Quotidiano Nazionale logo
21 gen 2022

Verona Bologna 2-1, terza sconfitta di fila

Rossoblù ancora in emergenza all'ultima gara prima della sosta. Delusione dopo il bel gol di Orsolini. Mihajlovic: "Ci mancano dieci giocatori"

giacomo guizzardi
Sport
VERONA  BOLOGNA
Il bel gol di Orsolini (foto Schicchi)

Bologna, 21 gennaio 2022 – Niente da fare per il Bologna, che arriva alla sosta per le Nazionali incassando la terza sconfitta nelle ultime tre gare: fatale, al Bentegodi di Verona, il 2 a 1 che la squadra di Tudor rifila a quella di Mihajlovic. All’iniziale vantaggio – bellissimo – firmato da Orsolini, rispondono prima Caprari con un’acrobazia che vale l’1 a 1 e soprattutto Kalinic, che nella ripresa di testa fissa il risultato sul 2 a 1. L’Hellas allunga quindi sul Bologna, mentre i rossoblù rimangono fermi a quota 27 punti. Da annotare l’uscita di campo, in lacrime, di Dominguez, che si opererà e rimarrà fuori per almeno i prossimi tre mesi, e il giallo rifilato ad Hickey, che diffidato salterà la gara contro l’Empoli. Le due settimane di sosta regaleranno ai rossoblù la possibilità di tirare il fiato, ma il momento rimane negativo.

La partita

Costretto a rinunciare a Skov Olsen e De Silvestri – quest’ultimo risultato positivo al Covid-19 – Mihajlovic imposta i suoi con un 3-5-2 molto difensivo, schierando sugli esterni Theate e Hickey. Davanti non c’è Arnautovic, ma Sansone insieme ad Orsolini. Neanche in panchina Dijks. Per Tudor invece 3-4-2-1 prospettato alla vigilia, con Barak e Caprari a sostegno di Simeone.


La prima occasione della serata capita a Simeone, che di testa dopo tre minuti la spedisce fuori. Diverso l’esito invece della prima conclusione di Orsolini: vince il duello aereo su Veloso, approfitta dell’errore di Gunter e col mancino, di prima intenzione, la piazza dove Montipò non può arrivare. I padroni di casa tornano a macinare gioco, e dopo il pericolo corso da Skorupski su retropassaggio di Bonifazi, è il colpo di testa di Barak a impensierire il Bologna, senza riuscirci. A riuscirci, in maniera un po’ rocambolesca, è invece Caprari, che in acrobazia beffa un imperfetto Skorupski e al 39’ rimette la gara in parità, con la prima frazione che si caratterizza per ritmi alti e squadre che non si risparmiano.


Tre minuti nella ripresa e Skorupski si riscatta: Simeone viene attivato da un retropassaggio errato della difesa del Bologna, ma l’argentino colpisce il portiere ospite. Il copione si ripete poco dopo: il Cholito si ritrova di fronte a Skorupski, ma l’esito rimane lo stesso. L’Hellas però inizia a premere e a bussare in avanti: Tudor inserisce Lasagna e l’ex Udinese ci prova col mancino dopo due minuti dal suo ingresso. Al 21’ esce Dominguez: l’argentino lascia spazio a Vignato, e per tre mesi come minimo non ritornerà in campo vista l’operazione alla spalla che lo aspetta. Dentro anche Annan, che si rivede in Prima Squadra dopo la gara in Coppa Italia di agosto. A un quarto d’ora dalla fine fa il suo ingresso in campo anche Arnautovic, rilevando un ottimo Orsolini: ma è l’attaccante del Verona quello che ha la palla giusta per trovare il gol che riporta in avanti i suoi, e così è, con Kalinic che approfitta di un traversone dalla destra – e di una marcatura blanda – per segnare il 2 a 1. Nel recupero si vede anche Falcinelli, ma la conclusione dell’ex Stella Rossa e Perugia termina a lato. È la fotografia di una serata iniziata bene ma terminata malissimo: a sorridere sono i gialloblù di Tudor, terza sconfitta di fila per i rossoblù.

Il tabellino 

Hellas Verona - Bologna 2-1
Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Ceccherini, Gunter, Casale; Faraoni, Ilic (28’ st Kalinic), Veloso (18’ st Tameze), Lazovic (41’ st Depaoli); Barak, Caprari (41’ st Bessa); Simeone (18’ st Lasagna). Allenatore: Tudor. A disposizione: Pandur, Berardi, Ruegg, Sutalo, Ragusa, Coppola.
Bologna (3-5-2): Skorupski; Bonifazi, Medel, Binks; Hickey (41’ st Falcinelli), Soriano, Dominguez (21’ st Vignato), Svanberg, Theate (21’ st Annan); Orsolini (33’ st Arnautovic), Sansone. Allenatore: Mihajlovic. A disposizione: Bardi, Bagnolini, Viola, van Hooijdonk, Stivanello, Pyyhtia, Cangiano, Raimondo.
Marcatori: 14’ pt Orsolini (B), 39’ pt Caprari (H), 40’ st Kalinic (H)
Ammoniti: al 27’ pt Skorupski (B), al 43’ pt Simeone (H), al 46’ pt Binks (B), al 4’ st Sansone (B), al 15’ st Gunter (H), al 28’ st Hickey (B)
Note: recupero 2’ pt e 5’ st.
Arbitro: Matteo Gariglio di Pinerolo.

​Mihajlovic: "Ci mancano dieci giocatori"

 

A fine gara questo il commento di Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna: "Abbiamo fatto quello che abbiamo potuto, ci mancano dieci giocatori e in campo ne avevamo quattro al cinquanta per cento della condizione, questo metterebbe in difficoltà chiunque. Ai ragazzi non posso dire nulla, abbiamo lottato fino all’ultimo, peccato sia finita come a Cagliari. Bisogna stare calmi e approfittare della sosta per recuperare un po’ di giocatori, non dimentichiamo che da dicembre non riusciamo ad allenarci davvero come vorremmo. Ad ogni modo nel calcio non esistono i se e i ma, siamo in emergenza e sappiamo che il campionato è ancora lungo, sono convinto che faremo bene. Orsolini anche oggi ha fatto quel che doveva, ha stretto i denti, i gol li sa fare e li ha sempre realizzati”.

Verona Bologna: i momenti chiave della gara

Approfondisci:

Bologna Fc, Aebischer ha detto sì: trattativa ai dettagli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?