Fico, il brindisi a sei mesi dall'apertura (FotoSchicchi)
Fico, il brindisi a sei mesi dall'apertura (FotoSchicchi)

Bologna, 30 maggio 2018 - Bilancio positivo per Fico Eataly World nei primi sei mesi dopo l’apertura. Il Parco dell’agroalimentare più grande del mondo inaugurato il 15 novembre scorso è stato visitato da quasi 1,5 milioni di persone. Secondo un’analisi di Nomisma per il 73% si tratta di visitatori provenienti da fuori Bologna e per l’8% dall’estero. Inoltre Fico ha registrato un fatturato di 25,9 milioni di euro per fabbriche, ristoranti, botteghe, corsi e servizi. E secondo i calcoli di Nomisma, l’indotto è stato pari a 13,3 milioni di euro. Tra le novità l’avvento del City Red Bus, l’autobus bipiano che trasporta i turisti e che arrivando dal centro farà anche una fermata da Fico. Il servizio (sei corse al giorno, ogni 75 minuti la frequenza) comincerà l’8 giugno.

LO SPECIALE Fico-Eatalyworld

“L’offerta complessiva del Parco si è arricchita con l’intensa attività della Fondazione, che si conferma volano scientifico e culturale della Fabbrica Italiana Contadina, con un impegno economico di oltre 100.000 euro”, ha detto il presidente di Fondazione Fico, Andrea Segrè. “I primi sei mesi di Fico sono stati molto incoraggianti, visto anche l’interesse che il progetto ha riscontrato sia in Italia sia all’estero”, ha detto Andrea Cornetti, direttore generale di Prelios Sgr, analizzando il primo semestre del Parco, sviluppato attraverso il Fondo Pai-Parchi Agroalimentari Italiani istituito e gestito da Prelios Sgr.

IL MERCATO CONTADINO / Da venerdì 1 a domenica 3 giugno

Cornetti ha confermato anche le tempistiche sul nuovo albergo che sorgerà di fianco al Parco. "La riqualificazione degli immobili costerà circa 20 milioni di euro e l’albergo dovrebbe essere aperto tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020". L’amministratore delegato Tiziana Primori ha anche dato novità su Ficobus, che sta incrementando i suoi passeggeri. "Un aumento del 12-13%".

"Parliamo finalmente con i fatti - ha affermato il sindaco di Bologna, Virginio Merola - stiamo andando bene, dobbiamo continuare ad insistere con un lavoro di lunga lena e con ottime prospettive se sapremo perseverare con il lavoro di squadra". "Fico - ha detto l'ad Tiziana Primori - sta lavorando attentamente sia sul mercato italiano, sia su quelli europei ed extraeuropei, attraverso un piano di comunicazione e promozione mirato e diversificato. Sull'estero, siamo particolarmente impegnati sui mercati americano, russo, cinese e, in Europa, tedesco e francese".