Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bologna, la Fanep festeggia 35 anni all'insegna della solidarietà

Cena con 400 ospiti a Fico per la Onlus fondata nel 1983 Lanciato il nuovo inno dell’associazione

Ultimo aggiornamento il 28 gennaio 2018 alle 19:03
Il presidente Valentino Di Pisa e il professor Emilio Franzoni spengono le candeline della Fanep

Bologna, 28 gennaio 2018 – La Fanep ricomincia da 35. Tanti sono gli anni di attività della Onlus dedicata ai piccoli pazienti della neuropsichiatria infantile e alle loro famiglie (FOTO). La ricorrenza è stata degnamente celebrata con una serie di eventi, culminati l’altra sera in una cena per 400 ospiti al centro congressi di Fico. Nel corso della bella serata è stato presentato il Cd di ‘C’è chi Fanep’, il nuovo inno dell’associazione con Barbara Cola, Paolo Mengoli e Andrea Mingardi. «E’ andato tutto molto bene, abbiamo battuto ogni record», sintetizza soddisfatto il professor Emilio Franzoni, responsabile scientifico di Fanep. La soddisfazione è soprattutto per la raccolta di fondi che permetteranno di rilanciare l’attività di eccellenza della Onlus: 6.000 euro sono arrivati grazie allo spettacolo che si è tenuto al teatro ‘Il Celebrazioni’ con i comici Duilio Pizzocchi e Giuseppe Giacobazzi; altri 5.000 euro sono stati consegnati da Mauro Tonello, presidente della Coldiretti Emilia-Romagna, grazie al mercato natalizio di Campagna Amica in piazza Re Enzo. Ulteriori 700 euro ha fruttato l’asta della sciabola vincente messa a disposizione dal plurimedagliato schermitore azzurro Luigi Samele.

«Nel 1983 iniziammo con la donazione di un televisore e un frigo per le mamme – ricorda il professor Franzoni – e nel 2012 abbiamo aperto il nuovo reparto di neuropsichiatria infantile da 1.000 metri quadri». E adesso? «Adesso avanti tutta: c’è da mantenere il livello di eccellenza della neuropsichiatria infantile e dell’accoglienza per le famiglie, e da mantenersi al passo con le nuove tecnologie».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.