Giornata mondiale dell'acqua, Prodi a Fico. Le foto

Cronaca

Oggi è la Giornata Mondiale dell'acqua e l'Onu stima che nel 2030 quasi 1 cittadino su 2, il 47% della popolazione del pianeta, si troverà in contesti critici per l'approvvigionamento idrico. "Dobbiamo ripartire dall’accordo di Parigi, uno dei punti fermi per la comunità internazionale, una delle migliori conquiste delle istituzioni del mondo sul versante della tutela dell’ambiente". Lo ha spiegato questa mattina a Fondazione Fico Romano Prodi, presidente della Fondazione per la Collaborazione fra i popoli, protagonista della seconda Lezione per la generazione Z sui “Diritti e doveri dell’acqua”, introdotta dal presidente di Fondazione Fico Andrea Segrè

Sold out nella sede della Fondazione dove studenti della vicina Facoltà di Agraria si sono riuniti per assistere alla conversazione, legata a uno dei temi più attuali del nostro tempo. Si calcola infatti che siano una cinquantina i conflitti in corso a causa della scarsità idrica, mentre un miliardo di persone non ha accesso all'acqua potabile. Eppure il 28 luglio 2010, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava a New York la storica risoluzione che riconosce l'accesso all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari quale diritto umano fondamentale perché "l’acqua potabile e i servizi igienico-sanitari sono un diritto umano essenziale per il pieno godimento del diritto alla vita e di tutti gli altri diritti umani". 

Garantire il diritto umano all’acqua e ai servizi igienici per tutti gli abitanti del pianeta è uno degli Obiettivi del Millennio fissati dalle Nazioni Unite: un tema di attualità stringente e indifferibile.

Pubblicato il
Ultimo aggiornamento:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.