Michele Torpedine, Oscar Farinetti e i tre ragazzi de Il Volo (foto Schicchi)
Michele Torpedine, Oscar Farinetti e i tre ragazzi de Il Volo (foto Schicchi)

Bologna, 27 aprile 2019 - L’Arena Centrale di Fico Eataly World (foto) fatica a contenere gli spettatori per la presentazione di ‘Ricomincio dai tre’. Giovani, giovanissimi e meno giovani riempiono gli spalti, entusiasti, in attesa di poter sentire le voci dolci e tonanti dei loro idoli. Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble. Sono proprio loro i tre, giovani, da cui, dieci anni fa, è ripartito Michele Torpedine, manager dei vip.

false

Si può forse chiamare scommessa quella che Torpedine ha affrontato quando decise di ‘prendere a mano’ tre piccoli lirici. Chi avrebbe mai detto che, all’epoca del pop, della musica d’oltreoceano e della digitalizzazione, due tenori e un baritono avrebbero sfondato nel panorama musicale nazionale e mondiale a tal punto da divenire i primi artisti italiani a firmare un contratto con la Geffen Records, major statunitense? “Questi tre talenti sono qui per un loro grande amico - ha esordito Oscar Farinetti, fondatore di Eataly - colui che, nel mondo della musica, ha lavorato con grandissimi artisti come Gino Paoli e ha scoperto talenti del calibro di Andrea Bocelli e Giorgia”.

Michele Torpedine, da sempre nel mondo della musica, ci ha visto lungo e ha percepito, sin da subito, il potenziale del trio ‘Il Volo’ ed è proprio questo che viene raccontato nel suo romanzo, autobiografia, ‘Ricomincio dai tre’, edito da Pendragon. “La prima vittoria a Sanremo fu quella con Bocelli - racconta Torpedine, scavando nei ricordi - un talento enorme che non fu facile fare sfondare nel mondo della musica a causa del suo handicap. Ma non appena lo inserii nel tour di Zucchero, tutti si accorsero della potenza che era”.

image

Un manager-mentore, che, dopo aver lavorato per una trentina d’anni come batterista di grandi come Dalla, Orietta Berti ha voluto ‘donare’ il suo sapere a questi tre ragazzi, oggi quasi figliocci per lui. “Una cosa che tutti i giovani che vogliono emergere dovrebbero sapere è che non bastano talento e applicazione – ammonisce Torpedine nell’autobiografia – bisogna avere la testa, altrimenti si finisce fuori strada prima ancora di aver messo le marce”. ‘Ricomincio dai tre’ percorre le tappe della carriera del manager di origine pugliese tra aneddoti, storie, consigli ed esperienze.A Fico, ne hanno discusso tra sketch e chiacchiere Torpedine, i tre del Volo, Farinetti e Red Ronnie.

Quando, poi, le tre star della lirica hanno preso il microfono per cantare (video), gli spettatori hanno reagito con entusiasmo e i ragazzi hanno dominato l’Arena come veri gladiatori. “Tu sei stato fondamentale per noi - sottolinea Boschetto - non è facile oggi trovare qualcuno che ti aiuti a realizzare i sogni nel cassetto e tu hai fatto questo per noi”. Piero Barone, poi, sottolinea: “Siamo tre ragazzi privilegiati perché giriamo il mondo facendo quello che ci piace”. Dulcis in fundo, hanno intonato ‘Grande amore’ che ha commosso e unito tutti i fan che sono, poi, accorsi al centro del palco per salutare i ragazzi e Torpedine. Senza dimenticare selfie e autografi con i tre del Volo.