Luca Dalmonte
Luca Dalmonte

Bamberg (Germania), 27 gennaio 2021 – L'ultima apparizione stagionale della Fortitudo in Champions League è stata alla fine una buona sgambata utile per togliersi di dosso la ruggine di due settimane di stop, per ritrovare schemi e intesa e per recuperare a pieno chi nelle ultime viste aveva visto meno il campo.
Il punteggio finale dice 83-68 a favore del Bamberg, ma qualche pausa a parte, la Fortitudo è piaciuta per come ha affrontato quello che è stato il suo sesto e appunto ultimo impegno continentale della stagione.

Luca Dalmonte recupera Aradori e lo lancia subito in campo con Fantinelli, Banks, Whiters e Hunt, ma deve rinunciare, oltre a capitan Mancinelli, anche a Baldasso tenuto a riposo precauzionale per un fastidio alla spalla accusato ieri, con l’obiettivo della Effe di averlo regolarmente in campo domenica a Trento.
In avvio di partite la Fortitudo fatica però a togliersi la ruggine di due settimane di sosta.

Bamberg si porta avanti subito 7-1, di fronte ad una Effe che collezione 5 palle perse in altrettanti minuti di gioco. A metà primo quarto Bamberg avanti 11-5.
Fortitudo torna sotto sul 11-10 al 8’; Al 10’ Bamberg avanti 16-14, ma la Effe mette avanti la testa grazie ad una maggiore solidità difensiva, all’apporto di Sabatini in regia, di Cusin che sottocanestro si batte senza risparmio e soprattutto di Saunders che segna a ripetizione, rimanendo avanti fino al 24-26.


Ne esce una partita bella e divertente, con le due squadre che hanno voglia di giocare di divertirsi. Col Bamberg già promosso e la Fortitudo già eliminata, nel confronto non c’è posta in palio, ma tanta voglia di continuare o di salutare il girone di Champions nel migliore dei modi.


Bamberg infila un parziale di 15-0 e vola avanti 39-26 al 17’, ma il finale di tempo è tutto della Effe che piazza un controbreak di 0-10 e all’intervallo si trova solo a -3, sul 39-36.
Ad inizio ripresa un break di 0-6 della Fortitudo vale il 42-42 al 23’. Michele Vitali segna e fa segnare e così il Bamberg torna a volare sul 56-44 al 26’, toccando anche il +15 sul 64-49 al 29’. Nell'ultimo quarto i tedeschi gestiscono senza affanni il vantaggio e si impongono.
Chiusa la parentesi europea adesso la Fortitudo si rituffa nel campionato, a cominciare dalla sfida di domenica contro Trento.


Il tabellino

BROSE BAMBERG 83
FORTITUDO BOLOGNA 68
BROSE BAMBERG: Fieler 8, Ruoff 9, Lockhart, Kravish 11, Bacoul 4; Vitali 9, Hall 9, Ogbe 7, Thompson 4, Hundt 4, Sengfelder 9, Seric 9. All. Roijakkers.
FORTITUDO BOLOGNA: Fantinelli 6, Banks 15, Aradori 9, Whiters 2, Hunt 10; Cusin 7, Sabatini 3, Tote, Saunders 16; Baldasso ne. All. Dalmonte.
Arbitri: Horozov, Deman, Prpa.
Note: parziali 16-14, 39-36; 66-51.
Tiri da due: Bamberg 18/29; Fortitudo 27/41. Tiri da tre: 11/28; 2/18. Tiri liberi: 14/16; 8/14. Rimbalzi: 32; 27.