Davide Lamma (foto Schicchi)
Davide Lamma (foto Schicchi)

Bologna, 16 giugno 2017 – E’ il giorno del saluto dell’ex capitano e attuale direttore sportivo Davide Lamma.
Dopo le notizie dei futuri arrivi di Andrea Ancellotti, Alessandro Amici e Demetri McCamey e in attesa delle riconferme di Michele Ruzzier e Alex Legion è il momento dei primi saluti in casa Fortitudo.
Il primo più che un addio è un arrivederci, doloroso per tutto quello che, come giocatore prima e dirigente, poi ha rappresentato Davide Lamma.

Adesso l’arrivederci, con un grande cambiamento professionale per Lamma che andrà a fare l’allenatore a Mantova, dove dovrebbe trasferirsi anche un altro fortitudino doc come Montano.
“E’ un giorno particolare, di cambiamento – conferma in conferenza stampa un Lamma commosso - Voglio ringraziare e salutare la Fortitudo per un crescita lavorativa. Accetterò un ruolo diverso, credo che per crescere i giovani a un certo punto devono uscire di casa, io sono relativamente giovane come post-campo”. Una scelta pensata e ripensata per maturare esperienza e magari tornare in futuro alla Effe.

“Sono sereno, anche se un po’ di magone c’è. Gli ultimi anni sono stati fantastici, da giocatore e da capitano ho avuto un ultimo anno di gioco fantastico, con tante responsabilità che mi hanno motivato per creare qualcosa di meraviglioso, la promozione. E non ringrazierò mai abbastanza la società per questa opportunità”.
Per la Fortitudo ha invece parlato il dg Christian Pavani.
“Questo è un arrivederci. E’ giusto che adesso Davide (Lamma, ndr) faccia la sua strada, ma sono sicuro che le strade si ricongiungeranno. Soprattutto per lui è il momento di fare questo passo importante se lo merita, è il suo lavoro”.