Cristian Pavani, nuovo presidente Fortitudo (Foto Schicchi)
Cristian Pavani, nuovo presidente Fortitudo (Foto Schicchi)

Bologna, 7 settembre 2018 – Christian Pavani rassegna le sue dimissioni, rimettendo il proprio mandato alla Fondazione, dopo il giallo dello sponsor Metano Nord. Con un comunicato ufficiale, la società Fortitudo Pallacanestro ha ufficializzato, la dolorosa decisione del presidente di passare la mano. Ma la Fondazione le respinge, confermando piena fiducia nell'operato di Pavani.


La presentazione delle maglie di mercoledì sera con quello che doveva essere il nuovo sponsor principale Metano Nord, la replica, tramite comunicato, di ieri della società che negava qualsiasi forma di accordo, e il successivo comunicato stampa della stessa Fortitudo, che a tutti gli effetti è parte lesa nella querelle avvenuta, ha infatti convinto Pavani alle dimissioni.

“A fronte di quanto accaduto nelle ultime ore, ritengo doveroso comunicare che ho rimesso il mio mandato di Presidente di Fortitudo Pallacanestro sul tavolo della Fondazione – esordisce il comunicato scritto dallo stesso presidente dimissionario della Fortitudo -. Senza volermi nascondere dietro a giri di parole (i tifosi hanno il diritto di conoscere la verità), riconosco (purtroppo a posteriori) di aver commesso un errore nel porre fiducia incondizionata verso persone che, quella fiducia, l’hanno totalmente tradita. Persone a cui avevamo affidato, come Fortitudo Pallacanestro, mansioni legate non soltanto alla chiusura dell’accordo in questione e che mi hanno consentito di mostrare alla Fondazione stessa i documenti inerenti il mio operato su questa trattativa. Ho sbagliato a fidarmi troppo, lo ammetto e chiedo scusa ma posso assicurare a tutti di aver sempre agito con la massima buona fede possibile, nel rispetto esclusivo di Fortitudo Pallacanestro, della sua tradizione e dei suoi tifosi”.

FORTIF_33460525_084917

Dimissioni respinte e piena fiducia nell'operato di Christian Pavani, dunque. Con un nuovo comunicato, la Formazione Fortitudo ha infatti ufficializzato la propria decisione di respingere le dimissioni del presidente Pavani. Piena fiducia in Pavani, che ha agito in totale buona fede, come per altro confermano anche i documenti presentati dallo stesso presidente alla Fondazione Fortitudo. La Fondazione conferma di essersi già mossa per adire alle vie legali nei confronti dei responsabili del raggiro subito, ma smentisce anche che sia stata pagata qualsiasi tipo di commissione a qualsivoglia intermediario.
 

“Al termine di una serie di approfondimenti effettuati tra la serata di giovedì e la giornata odierna, siamo giunti alla più che fondata conclusione che tanto Fortitudo Pallacanestro quanto l’Azienda Metano Nord S.p.A., siano rimaste vittime di un evidente raggiro, per il quale stanno entrambe pagando (anche a livello di immagine) pesanti conseguenze – conferma il comunicato - Fondazione Fortitudo conferma che nessun esborso economico è stato mai effettuato e che tutte le voci inerenti il già effettuato pagamento di una commissione a beneficio dell’intermediario che (per conto sia di Fortitudo Pallacanestro, sia presumibilmente di Metano Nord) ha seguito lo sviluppo della trattativa risultano del tutto prive di fondamento. Desideriamo, inoltre, confermare che Fortitudo Pallacanestro si trova in possesso di documenti relativi ad un intervenuto accordo, del quale verificheremo la validità nelle opportune sedi. Ci teniamo a ribadire con forza che, come Fondazione Fortitudo, abbiamo già attivato i nostri legali per tutelare l’immagine di Fortitudo Pallacanestro in ogni sede, agendo nei confronti di chi si è reso protagonista di questo spiacevolissimo e gravissimo raggiro, perpetrato anche (presumibilmente) nei confronti della stessa Metano Nord – La Fondazione conferma poi la fiducia a Pavani - Preso atto, in seguito all’accaduto, delle dimissioni del Presidente Christian Pavani, sono state portate sul tavolo della Fondazione le giustificazioni e i documenti che manifestano la totale buona fede dello stesso Pavani. Riteniamo, pertanto, di poter fondatamente respingere le dimissioni presentate da Christian, consapevoli che il suo operato sia da considerarsi forse criticabile ma sempre onesto e leale. In tutto ciò, ci preme rassicurare tutti i tifosi biancoblù sul fatto che la prima squadra che affronterà il prossimo campionato di serie A2 non era stata plasmata contando sui denari che sarebbero dovuti arrivare con il nuovo main sponsor ma con risorse che già erano messe preventivamente a bilancio. Confermiamo, pertanto, la nostra ferma decisione nel volerci rivalere su chi ha agito facendo il male di Fortitudo Pallacanestro, rivolgendo a tutti i meravigliosi tifosi dell’Aquila (che già sono stati, come noi, capaci di rialzarsi da altre avversità), la promessa di fare piena e definitiva chiarezza su questa vicenda”.