La Fortitudo ha perso con Sassari (foto Schicchi)
La Fortitudo ha perso con Sassari (foto Schicchi)

Bologna, 6 febbraio 2021 – Tre quarti alla pari, poi la Fortitudo cede di schianto nell’ultima frazione di gioco e cade all’Unipol Arena con Sassari, sconfitta 79-89. Il ritorno a Bologna di Pozzecco e dell’ex Happ (per altro non particolarmente ispirato contro la sua ex squadra) è dolce per i sardi, amarissimo per una Fortitudo che fa un passo indietro rispetto alla prestazione messa in campo appena una settimana fa a Trento. 

Bene per 30’, in cui i bolognesi hanno prevalso sui rivali, toccando anche il +12 nel secondo quarto, la Fortitudo ha visto sfuggirsi di mano una sfida che Gentile, Bendzius e Spissu e Bilan hanno spinto dalla parte dei sardi.
Per la Fortitudo non è bastata la vena realizzativa di Banks e un positivo Hunt nelle prime due frazioni di gioco per passare indenne l’ostacolo. Dalmonte recupera Aradori e lo getta nella mischia insieme a Fantinelli, Banks, Whiters e Hunt.

Buona prima metà di gara per la Fortitudo che parte subito fortissimo: segnano tutti e cinque i partenti e al 3’ i biancoblù sono già avanti 12-4 dopo lo 0-2 iniziale siglato da Spissu, costringendo Pozzecco a chiedere tempo. La Effe controlla il match è quasi perfetta nel tiro da due, ma perde qualche palla di troppo e così Sassari con Spissu, Bilan e Bendzius in primis rimane in scia. 

Nel seconda frazione di gioco un parziale di 9-0 lancia la Fortitudo sul 38-27 sul +11, ritoccato poi a + 12 sul 43-31 grazie soprattutto ad un Banks in grande serata a cui fa da spalla un discreto Aradori. Proprio sul più bello però la formazione di Dalmonte si blocca e con un controbreak di 0-10 Sassari si riporta sotto. All’intervallo Fortitudo avanti 47-43. 

Ad inizio ripresa Sassari sembra girare l’inerzia del confronto impattando sul 50-50 al 22’ portandosi avanti (dopo lo 0-2 iniziale) al 24’ sul canestro del 53-54 di Bilan. Inizia un lungo punto a punto tra le due squadre, con la Fortitudo che tiene bene in difesa, ma fatica un po’ in attacco, ma comunque con le unghie e i denti rimane agganciata al match. Al 30’ Fortitudo avanti 68-66 sul canestro a fil di sirena di fine quarto di Cusin. I bolognesi continuano a faticare in attacco dove perdono troppi palloni e non trovano fluidità, al 35’ Sassari vola così avanti 71-80 con un parziale di 3-14 con Katic protagonista, con la Effe che trova la via del canestro solo col una tripla forzatissima di Baldasso. 

L’ultimo assalto della Fortitudo su ferma subito sul -5, sul 75-80. Bilan e Gentile chiudono i conti con 2’ di anticipo regalando a Sassari una vittoria importante per il morale, in vista della Final Eight di Coppa Italia e per la classifica dei sardi. 

Il tabellino

FORTITUDO BOLOGNA 79  - BANCO DI SARDEGNA SASSARI 89

FORTITUDO BOLOGNA: Fantinelli 6, Banks 24, Aradori 14, Whiters 2, Hunt 18; Saunders 2, Baldasso 5, Cusin 4, Totè 4, Sabatini ne, Pavani ne, Manna ne. All. Dalmonte.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 15, Gentile 17, Burnell 4, Bendzius 21, Bilan 15; Treier, Happ 2, Katic 10, Kruslin 5; Gandini ne, Chessa ne, Re ne. All. Pozzecco.ù

Arbitri: Bartoli, Paglialunga, Dori.
Note: parziali 23-19, 47-43, 68-66.
Tiri da due: Fortitudo 23/38; Sassari 19/32. Tiri da tre: 7/21; 11/33. Tiri liberi: 12/14; 18/22. Rimbalzi: 36; 40.