Leunen non è bastato alla Fortitudo (foto Ciamillo)
Leunen non è bastato alla Fortitudo (foto Ciamillo)

Bologna, 30 gennaio 2018 – Seconda sconfitta stagionale per la Fortitudo Lavoropiù che cade a Udine, sconfitta dalla Gsa per 72-68. Sfida ruvida e spigolosa, con una Fortitudo che tiene bene in difesa ma segna col contagocce. Non bastano i 24 punti di uno strepitoso Martin Leunen, 24 punti e 13 rimbalzi, per permettere all'Aquila di passare indenne anche dalla trasferta friulana.

Udine rinuncia all'infortunato Powell, ma saluta in un PalaCarnera da tutto esaurito, l'esordio in panchina di Alberto Martelossi. Nella Fortitudo invece Antimo Martino si affida al suo solito starting-five, con Fantinelli, Hasbrouck, Rosselli, Leunen e Pini subito in campo.

Inizio freddino della Effe, che segna il primo punto della sfida con Pini, 1 su 2 ai liberi per lui, ma poi subisce un parziale di 10-2 che costringe Antimo Martino a chiedere subito timeout. Simpson segna ancora il +9, sul 12-3. Fantinelli e Hasbrouck ricuciono subito lo strappo, fino al -3.

FORTITUDO_36642482_224341

Simpson e Spanghero consentono però a Udine di allungare ancora e di toccare il +10, sul 23-13 al 9'. A cavallo del primo break, la Fortitudo infila un parziale di 10-0 con Rosselli, Mancinelli e Leunen e si riporta avanti 24-23 al 12'.

L'ex di Benevelli allunga ancora il parziale della Effe, ma Udine c'è, non molla e si riporta sotto, anche se per 6' segna appena 2 punti. I canestri del professor Leunen, già 15 punti, oltre ad 8 rimbalzi a metà partita, consentono alla Fortitudo di chiudere avanti 38-35 all'intervallo.

Attacchi bagnati, o meglio difese, tra le migliori del campionato, che hanno spesso la meglio e la partita procede a punteggio basso. Hasbrouck risponde a Mortellaro, ma la Effe soffre Pellegrino. Spanghero ricaccia i bolognesi a -5 sul 55-50 al 29'. Due canestri in avvio di quarto di Nikolic riportano Udine a +9 sul 61-52 al 31'.

Martino prova a rivoluzionare il suo quintetto, ma la Fortitudo continua a sbagliare davvero troppo in attacco. In una serata no per tanti, la sveglia prova a darla sempre lui, Leunen con 2 triple consecutive. Cinciarini segna anche il -1 a 3' dalla fine sul 63-26, ma Udine è fredda e nel finale Spanghero dalla lunetta mette a segno i punti che costano la seconda sconfitta stagionale all'Aquila.

La Fortitudo Lavoropiù tornerà in campo lunedì prossimo 4 febbraio al PalaDozza per il posticipo della 20^giornata di campionato con Jesi. Intanto è arrivata la conferma che la trasferta sarda in casa del Cagliari, è stata anticipata a sabato 13 aprile, ore 21.

 

il tabellino

Gsa Udine 72
Fortitudo Lavoropiù Bologna 68

GSA UDINE: Mortellaro 6, Visentini ne, Di Giovanni ne, Pinton, Genovese 3, Cortese 5, Simpson 20, Chiti ne, Penna 3, Nikolic 8, Pellegrino 11, Spanghero 16. All. Martelossi.

FORTITUDO LAVOROPIU' BOLOGNA: Sgorbati ne, Cinciarini 6, Mancinelli 4, Benevelli 2, Leunen 24, Venuto, Rosselli 7, Fantinelli 11, Pini 3, Hasbrouck 11. All. Martino.

Arbitri: Terranova, Chersicla, Martellosio.

Note: parziali 23-17, 35-38, 57-52.

Tiri da due: Udine 16/34; Fortitudo 18/36. Tiri da tre 6/24; 6/27. Tiri liberi: 22/28; 14/18. Rimbalzi: 34; 49.