Bologna, 25 febbraio 2021 - Le lacrime di Cristian, il sorriso di Stefano Mancinelli e la sensibilità della Fortitudo. Cristian Manaresi (video) è una persona diversamente abile che fino all’anno scorso si riteneva fortunato. La squadra del cuore, la Fortitudo Bologna, era rinata e dopo un po’ di purgatorio in A2 aveva dominato il campionato ed era tornata nella massima categoria italiana. Poi la pandemia che sospeso la passata stagione e ha impedito al pubblico di assistere alle partite che si stanno disputando anche in questa annata. Non è l’unica limitazione in un quotidiano dove tutti gli spostamenti sono ridotti al minimo, ma per chi ha una passione non andare al palazzetto è uno dei maggiori sacrifici.

Cristian ha compiuto 46 anni e normalmente i suoi amici quel compleanno, come quelli precedenti, lo avrebbero festeggiato con lui sugli spalti. Così chi gli sta vicino, e tra questi la società Cmp Global Basket che lavorare nel social, hanno cercato un regalo speciale contattando "Fortitudo per il sociale Aps" che altri non è se non il braccio destro della Effe che opera nelle situazioni di disagio. L’idea iniziale era quella di assistere a un allenamento, subito scartata per la sicurezza di tutti, alla fine si è optato per un videomessaggio del capitano biancoblù Stefano Macinelli.

"Ciao Cristian – sono le parole del Mancio – so che oggi compi gli anni e per questo ti faccio gli auguri e ti aspetto alla prossima partita". Immediate le lacrime del festeggiato che sono state immortalate in un video che sta diventando quasi virale sui social. Un gesto semplice che ha reso felice chi sta pagamento più di altre le misure per ridurre la diffusione del Covid.

Giocare le partite senza pubblico per "Fortitudo per il sociale" significa anche non avere appuntamenti per raccogliere fondi o per mettere in atto l’iniziativa del biglietto. E’ bastata, però, una telefonata al presidente dell’aps Giorgio Archetti per imbastire un qualcosa che non è costato nulla e che potrebbe essere preso ad esempio per rendere un po’ meno pesante il distanziamento che per alcuni si è trasformato in isolamento. Il regalo si è poi allargato con Mancinelli che ha fatto avere una sua immagine stilizzata e autografata a Cristian e l’impegno di rivedersi presto, sperando che ci si possa anche stringere la mano.