Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 nov 2020

Libri, se vuoi amare dai retta all'oroscopo

Ecco "Un giorno sì un altro no", romanzo di Isa Grassano per Giraldi editore. Tra sentimenti e fiducia nelle stelle 

16 nov 2020
featured image
Isa Grassano e il suo "Un giorno sì un altro no", Giraldi editore
featured image
Isa Grassano e il suo "Un giorno sì un altro no", Giraldi editore

 Bologna, 16 novembre 2020. Salute, fortuna, soldi, sesso. E soprattutto amore e felicità. Chi sul finire dell'anno non consulta le stelle, sperando che il successivo prenda una svolta? Lo fa anche Arabella (io narrante), donna imbranata, sgraziata nei movimenti e disillusa nei sentimenti, nonostante agli oroscopi non abbia mai creduto. Succede che per caso si imbatta in previsioni astrologiche di giorni felici e allora, perché non essere possibilista e lasciarsi contagiare? Meglio dar retta all'oroscopo: «Le configurazioni astrali in atto ti favoriscono in tutti i campi. Avrete giorni felici».

Arriva in libreria, dal 1 dicembre, "Un giorno sì un altro no", Giraldi Editore, il romanzo d’esordio di Isa Grassano, Lucana doc, bolognese d'adozione, giornalista, blogger e autrice di guide (tra cui "101 cose divertenti, insolite e curiose da fare Gratis in Italia" e "Forse non tutti sanno che in Italia...", editi da Newton Compton). 

La trama. E' una sorta di commedia romantica a tratti ironica – perché " l’ironia è il filtro del mondo", dice l’autrice – sullo sfondo del Natale che si avvicina e che ruota attorno a un mestiere bizzarro quanto precario. Arabella, nata sotto il segno della Bilancia, scrive necrologie per un service esterno di un quotidiano, «cercando di metterci un po’ di colore lì dove è tutto nero. Tre euro e sessanta centesimi netti a dedica. Tanto poco vale il ricordo su carta!». Le stelle sembrano aver ragione quando, a un vernissage di una mostra fotografica, Arabella incontra Ludovico, Ludo per gli amici, Ludo come gioco (Ludus). Un uomo schivo e riservato, di cui si sa poco o nulla, complicato ma incredibilmente attraente, con un forte magnetismo nelle mani. «Le mani. Tutto comincia con le mani». Ed è attrazione, un fulmine che diventa tuono e che lascia libera l’immaginazione erotica, che man mano si trasforma in scene di sesso delicato, passionale, intenso. «L’intesa è così forte che sembra preesistere al nostro incontro». In fondo, l’astrologia – che spesso imbarazza ammettere di seguire – rincuora, risponde, illude, indica destini e direzioni del momento. Arabella, forte dell’incontro inaspettato con Ludovico, ci si affida come fosse una scienza, diventa dipendente dal transito dei Pianeti. Non c’è scelta, azione, pensiero che sia più svincolato dalla lettura delle pagine delle stelle di quotidiani, settimanali, tv. Ovunque. 

"Un giorno sì un altro no" è una storia romantica che non ha paura del cuore, ma al tempo stesso accende il ritmo incalzante di un romanzo d’azione sino al colpo di scena finale che spiazza il lettore. I personaggi si muovono sullo scenario di una Roma incantevole «talmente bella da sembrare sempre “nuova”», ma non mancano excursus in altre località, come l’Abruzzo, la Basilicata, la Puglia, fino a New York.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?