Bologna 29 luglio 2021 - Dopo le rovinose grandinate dei giorni scorsi che hanno colpito Parma, Reggio Emilia e Modena, da oggi la morsa dell'afa si stringe su Bologna. Questo è ciò che emerge dal nuovo bollettino delle ondate di calore prodotto dal Ministero della Salute. Da giovedì 29 luglio, a Bologna come in tutta Italia torneranno a salire le temperature e tre città saranno da bollino rosso, quindi in emergenza caldo. Tra queste troviamo Perugia, Pescara e Trieste, dove la colonnina di mercurio già domani toccherà i 37 gradi. Per 'allerta rossa', lo ricordiamo, si intendono "condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche". 

La mappa del rischio calore fornita da Arpae Emilia-Romagna

Sotto le Due Torri è una giornata da bollino arancione, con le massime che toccheranno i 36 gradi e le minime 29. Peggio ancora venerdì 30 e sabato 31 luglio in cui Arpa prevede picchi da 36 gradi in pianura. Come spiegano Ministero della Salute e Arpae Emilia-Romagna, l'allerta arancione consiste in "condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione piu' suscettibili".

Nella giornata di venerdì 30 luglio, invece, le città da bollino rossa saranno Campobasso, Frosinone e Palermo oltre a Perugia, Pescara e Trieste. Secondo Arpae Emilia-Romagna, venerdì anche Bologna sarà in allerta rossa, con temperature che arriveranno fino a 36 gradi, ma già alle 14 toccheranno i 35. Sempre nella stessa giornata, secondo Arpae, anche le citta di Ferrara e Ravenna saranno da bollino rosso.

Allerta caldo: cosa fare (VIDEO)

Come consigliato dal sito dell'Arpae Emilia-Romagna, è necessario limitare, per quanto possibile, la permanenza all’aperto nelle ore più calde della giornata (tra le 11 e le 17). Si consiglia di bere molto e spesso, anche quando non si ha sete, evitando alcol e caffeina, bibite gassate o contenenti zuccheri e, in generale, bevande ghiacciate o fredde. 

E’ bene, inoltre, fare bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea, e utilizzare i climatizzatori regolando la temperatura dell’ambiente con una differenza di non più di 6/7 gradi rispetto a quella esterna. Se si utilizzano ventilatori, infine, evitare di rivolgerli direttamente sul corpo. 

Allerta caldo Bologna: i numeri per chiedere assistenza

Come previsto dal piano per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore, l'Ausl di Bologna ha già allertato i pronto soccorso, gli ospedali, le case di cura e le strutture di assistenza per gli anziani, i medici e i pediatri di famiglia, gli infermieri dell’assistenza domiciliare dell’area metropolitana, oltre agli Hub e ai centri vaccinali interessati. L'Azienda sanitaria mette a disposizione inoltre a disposizione un numero verde gratuito a cui è possibile fare riferimento. Il numero è 800 562 110 ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17, il sabato dalle 8.30 alle 13. Il servizio risponde alle chiamate dei cittadini per informazioni su come prevenire e mitigare gli effetti delle ondate di calore ma anche per richieste di servizi di assistenza, trasporto, e consegne di farmaci, spesa e referti al domicilio. Numero verde del Servizio Sanitario Regionale 800 033 033, gratuito ed attivo tutti i giorni feriali dalle ore 8.30 alle ore 17.30, il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30.