Bologna, 26 settembre 2021 - Persone intrappolate nei sottopassaggi allagati dall'acqua, un motociclista centrato da un albero caduto in via del Traghetto, in zona Pescarola, una parte del pronto soccorso dell'ospedale Maggiore inagibile, decine di cantne allagate e centinaia di telefonate ai vigili del fuoco. E' il primo bilancio (foto) quasi due ore di nubifragio (video) che si è abbattuto sulla città, causando notevoli problemi alla circolazione e black out e mettendo anche a rischio l'incolumità delle persone. 

Nubifragio a Bologna, inferno d'acqua e danni. Allagato il Pronto soccorso del Maggiore

Le strade diventano fiumi/VIDEO

Dopo mesi di siccità, sono caduti 25 millimetri di pioggia in poco tempo: per tutta la giornata di oggi, Arpa ha emesso un'allerta meteo. Dopo al secondo round di maltempo, sopra i cieli della città si è formato un coloratissimo arcobaleno, fenomeno che ha visto tanti bolognesi con il naso all'insù. 

false

Automobilisti intrappolati

Le strade di Bologna sono andate in tilt, grossi rami e interi alberi si sono abbattuti sulla strada: le foglie che iniziano a cadere dagli alberi hanno intasato i tombini e reso difficoltoso il defluire delle acque. In via del Triumvirato, i carabinieri hanno aiutato una signora di 48 anni che era rimasta improgionata nella sua auto a causa dell'acqua che ha invaso il sottopassaggio: la signora non è rimasta ferita, ma la paura è stata tanta.

Impraticabili i sottopassaggi di via Zanardi e via Massarenti, così come quelli di via Larga e al Pilastro, la tangenziale è rimasta bloccata a causa della pioggia. Decine le cantine invase dall'acqua. Danni anche in zona San Donato: il totem di un benzinaio è crollato, per fortuna senza colpire nessuno. 

Pronto soccorso del Maggiore

Nell'area rossa del pronto soccorso del Maggiore infiltrazioni d'acqua hanno causato non pochi problemi al personale sanitario. Tutti i codici rosi (i pazienti più gravi) in arrivo al Maggiore sono stati dirottati al Sant'Orsola finao alle 19.

A San Luca i portici diventano fiumi

Il maltempo senza pietà colpisce anche i simboli cittadini. Moltissime le foto in reta che raffigurano il lungo porticato di San Luca invaso da acqua e fango a causa dell'improvviso e violento acquazzone. I portici diventano come fiumi, con l'acqua che spilla ai lati del colonnato  poco dopo il Meloncello.

Black out

Tante le zone dove l'energia elettrica è saltata a causa dei fulmini e della pioggia. In via Zanardi, sempre in zona Pescarola, viene segnalato anche un palo della luce caduto: i tecnici sono al lavoro per ripristinare il danno. Black out in via Zanardi, in zona Santa Viola e Stadio, Massarenti e anche in via Larga: è salatata la luce anche nelle Esselunga di Santa Viola e viale Lenin. Disagi per chi in quel momento si trovava negli ascensori dei palazzi.

In provincia

I vigili del fuoco sono stati subissati da centinaia di richieste con i centralini irrangiungibili. Forti disagi anche in provincia, sopratutto nella zona di Casalecchio e Valsamoggia: l'asse attrezzato che collega Bologna con la Bazzanese si è trasformato in un fiume, coome sempre accade in questi casi. A Budrio è stata una grandinata che non dovrebbe avere provocato danni. Una frana ha interessato La Fondovalle Savena a Pianoro, allagamenti anche a Castenaso e Ca' dell'Orbo.