Valsamoggia (Bologna), 20 maggio 2019 - Negozi, cantine e garage allagati, la ferrovia interrotta, la vecchia Bazzanese chiusa, pompieri in paese sui gommoni. Nel tardo pomeriggio di ieri Crespellano è stata allagata da un’ondata di acqua e fango (fotoche dalla collina si è riversata sui principali centri abitati, da Pragatto alla Muffa, passando dall’ex capoluogo del paese ora aggregato al comune di Valsamoggia. Dopo giorni di pioggia, intorno alle 17 un nubifragio di intensità particolare si è scaricato sulla collina tra San Savino e San Francesco.

Le vie che scendono dalla collina si sono trasformate in fiumi in piena portando a valle torrenti di acqua melmosa che hanno colmato il canale di Sant’Almaso, fossati e rii. Nella zona di Pragatto sotto accusa la massicciata ferroviaria che a valle dell’abitato avrebbe fatto diga fermando il naturale deflusso delle acque e provocando quindi l’allagamento di decine di garage, negozi e cantine: “E’ un problema che si è già manifestato in passato. Lo abbiamo sottoposto al Comune ma non è mai stato risolto”, denunciano i residenti della frazione addossata alla vecchia Bazzanese.

false

LEGGI ANCHE A Bologna strade sommerse di acqua e di fango - Allagamenti a Imola e Castel Guelfo

I pompieri sono intervenuti dai diversi distaccamenti della zona per svuotare abitazioni e cantine, e soprattutto per aiutare la popolazione e gli automobilisti bloccati sulla provinciale. Bloccata anche la ferrovia Bologna-Vignola a causa dell’allagamento dei binari tra la stazione della via Lunga e quella di Bazzano. Al momento, informa l'azienda del trasporto pubblico Tper, i treni circolano dal capoluogo a via Lunga e da qui, per raggiungere il comune del Modenese, i passeggeri proseguono il viaggio a bordo di un pullman.
In mattinata, per accertamenti sulle condizioni dei binari, ci sarà un sopralluogo dei tecnici. Un autobus di linea con una ventina di passeggeri a bordo è stato fermato dall’ondata di acqua che scendeva dalla collina di San Francesco. Le persone sono state prelevate dai vigili del fuoco e portate all’asciutto.

image

LEGGI ANCHE Allerta arancione per i fiumi

Gli allagamenti si sono estesi fino alla zona residenziale di via Michele Ferro e Piazza Berozzi, anche se il pericolo maggiore si è registrato in via Quattro novembre. I filmati fatti dai residenti mostrano la strada comunale invasa da un torrente d’acqua con zone dove il livello ha raggiunto i 30-40 cm di altezza arrivando al livello degli sportelli delle auto in transito. Sul posto la protezione civile, la polizia locale di Valsamoggia, i pompieri e i carabinieri. Intorno alle 21 è stato riaperto al transito il tratto di Bazzanese tra Pragatto e Crespellano, mentre si è dovuto attendere un’altra ora per liberare anche il transito verso la Muffa, dove carabinieri e vigili del fuoco hanno lavorato per tirare fuori dal fosso un’auto con un anziano a bordo, rimasto incolume, ma bagnato e sotto choc.

Il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno ha informato i cittadini che oggi rimarrà chiuso l'asilo nido, perché alcuni locali sono allagati, mentre tutte le altre scuole saranno regolarmente aperte. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco impegnati insieme a carabinieri e polizia municipale.