Bologna, 26 maggio 2015 - La moda solidale sfila in passerella, quella del Comune. Domani, infatti, dalle 17 alle 20, nel Cortile del Pozzo di Palazzo D’Accursio, verranno presentati i primi capi realizzati dalla sartoria Social Chic, un progetto avviato lo scorso novembre da MondoDonna Onlus, associazione attiva da più di vent’anni in città e provincia nell’accoglienza e nel sostegno di donne con minori a carico in situazione di disagio socio-economico, lavorativo e psico-sociale, e di donne e uomini richiedenti asilo.

L’evento, che ha ricevuto il patrocinio del Comune e di Cna, porterà in scena le creazioni della sartoria che occupa donne e uomini ospiti delle strutture d’accoglienza dell’associazione, come una signora marocchina, un signore sudanese che ha vissuto più di 20 anni in Libia, una ragazza ivoriana e una proveniente dal Camerun. Il progetto della sartoria Social Chic è nato all’interno del progetto Case Zanardi del Comune e utilizza stoffe donate da famosi marchi della moda

«La sfilata a Palazzo d’Accursio è una grande soddisfazione – commenta Loretta Michelini, presidente di MondoDonna –. Ci sono capi importanti, anche molto ambiziosi. Addirittura c’è un abito da sposa, questo perché vogliamo fare una cosa seria, dimostrando anche le capacità professionali delle persone coinvolte».