Francesco Critelli (FotoSchicchi)
Francesco Critelli (FotoSchicchi)

Bologna, 27 gennaio 2018 - La sorpresa arriva nel cuore della notte, durante una delle direzioni più drammatiche nella storia del Pd: tra i candidati alle Politiche, nel collegio uninominale della Camera che comprende gran parte della pianura, ci sarà anche il segretario provinciale del Pd, Francesco Critelli, convinto al grande passo, a quanto pare, su richiesta di Renzi in persona. A conferma della sua vicinanza con Renzi, Critelli è l'unico Dem bolognese ad avere una doppia candidatura: il suo nome compare infatti anche nel listino plurinominale nel collegio 2 della Campania, quello di Benevento-Avellino, dove è terzo in lista. E a questo punto, subito dopo il voto, il Pd bolognese dovrà mettersi alla ricerca di un nuovo segretario.

Leggi anche: Ira Lo Giudice per l'esclusione

Ma non è finita qui: sfuma l'ipotesi di Fassino capolista al proporzionale della Camera. Qui il listino sarà composto da Carla Cantone, Luca Rizzo Nervo e altri due nomi da individuare in queste ore.

Nel listino del Senato primo posto per l'ex sindaco di Imola, Daniele Manca, seguito da Teresa Bellanova, Ernesto Carbone e Francesca Puglisi.

Altra sorpresa nell'uninominale del Senato che Bologna condivide con Ferrara e Imola: qui correrà la prodiana di ferro Sandra Zampa.

Confermate, come da previsioni, le candidature di Andrea De Maria al collegio uninominale della Camera di Bologna città, di Gianluca Benamati (sempre alla Camera, ma nel collegio che comprende Casalecchio) e soprattutto di Pier Ferdinando Casini, che al collegio del Senato di Bologna città sfiderà Vasco Errani, candidato di Liberi e Uguali.

Infine, nel collegio uninominale della Camera che comprende Imola, via libera a un altro prodiano, Serse Soverini.