Elisabetta Brunelli, avvocato, è presidente di Confedilizia (Schicchi)
Elisabetta Brunelli, avvocato, è presidente di Confedilizia (Schicchi)

Bologna, 28 gennaio 2018 - In casa pd i giochi sono quasi fatti. Le liste – fra pugni battuti sul tavolo e musi lunghi – sono ormai chiuse. In Forza Italia, invece, è ancora stallo. Il tavolo sulle candidature si è trasferito da Arcore a Palazzo Grazioli, a Roma. Sabato 27, i coordinatori regionali di FI sono stati convocati da Silvio Berlusconi alle 18. Un’ora dopo il summit con i vertici della Lega. Fino all’ultimo, si lavora di bianchetto. Si cerca un difficile equilibrio. Candidati dati per certi in collegi sicuri finiscono in seconda linea, mentre salgono le quotazioni di altri.

Uno dei nomi nuovi che circola in queste ore è quello dell’avvocato Elisabetta Brunelli, molto conosciuta in città Alla presidente di Confedilizia – che non ha tessere di partito in tasca, ma che nel 2015 fu invitata sul palco alla convention del centrodestra in piazza Maggiore con Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni – toccherebbe, con la casacca di candidata civica, la grande sfida contro Pier Ferdinando Casini (nella coalizione del Pd) e Vasco Errani (Liberi e uguali) nell’uninominale del Senato.

Un posto che si era detto sarebbe toccato a Massimo Palmizio, deputato e coordinatore regionale di FI, o alla senatrice Anna Maria Bernini. Se l’ipotesi Brunelli sarà confermata, Palmizio e Bernini (fino a ieri sera dati entrambi in lista) troveranno altra collocazione.

A un certo punto della giornata circolava la voce – mai confermata – che voleva la Bernini in corsa per il Senato (al plurinominale) e Palmizio al plurinominale per la Camera. Ed è spuntato, a sorpresa, anche il nome di Paolo Romani, capogruppo di FI in Senato, dato come capolista per Palazzo Madama nel collegio plurinominale Emilia. Ballano – sia come collegio sia come posizione in lista – i nomi di Galeazzo Bignami, capogruppo FI in Regione, e di Giuseppe Vicinelli, che diventando sindaco di Sant’Agata Bolognese ha interrotto un pluridecennale monopolio della sinistra.

Ultimi ritocchi alle liste anche per la Lega nord. Pare confermata la candidatura di Lucia Borgonzoni nel collegio plurinominale del Senato, ritenuto sicuro. Per un posto alla Camera restano in corsa in tre: Francesca Scarano, capogruppo in Comune, Gianni Tonelli, segretario generale del Sap, in predicato anche per il collegio di Imola, e Carlo Piastra, segretario provinciale della Lega.

DI LUCA ORSI