Bologna, 11 ottobre 2021 - Il giorno della proclamazione è arrivato: Lepore è il nuovo sindaco di Bologna. L'inquilino di Palazzo d'Accursio, eletto nella tornata elettorale del 3 e 4 ottobre 2021 con il 62% dei consensi, stamattina alle 11 nella Sala Rossa del Comune ha apposto le firme nei registri del municipio, il suo mandato è ufficialmente iniziato.

Matteo Lepore, sindaco di Bologna (FotoSchicchi)

Lepore: "Una Bologna da combattimento" - Il guru Fishman e Matteo Lepore: "Vi racconto il neo sindaco"

Alle prime foto di rito, tanti i sorrisi e le congratulazioni esternate al sindaco dagli addetti ai lavori, si è aggiunto anche un simpatico siparietto con la figlia di quattro anni Irma (la famiglia era assieme al primo cittadino per la proclamazione), che ha infilato una forcina per chiome femminili tra i capelli del papà. Il tenero momento è stato immortalato dallo staff del sindaco, che lo ha a sua volta rilanciato su Instagram. Assieme al sindaco sono stati proclamati i nuovi capo di gabinetto di Comune e Città Metropolitana, rispettivamente Matilde Madrid e Sergio Lo Giudice, anche loro immortalati con il sindaco.

 

Il focus Lepore sindaco, rush finale per la giunta

In attesa della proclamazione del Consiglio comunale, che dovrebbe avvenire domani con conseguente prima assise forse il 18 ottobre (ma non è escluso il 25), Lepore ora si tufferà a tempo pieno nella costruzione delle giunta. Alcuni nomi sembrano già sicuri: Simone Borsari (Lavori pubblici), Emily Clancy (vicesindaca, Casa o Welfare), Luisa Guidone (Scuola, Welfare o Commercio), Daniele Ara (Transizione ecologica, Quartieri). Tutto da vedere il resto. Ci sperano Valentina Orioli (Urbanistica o Mobilità) e Mattia Santori (Ambiente, Agricoltura Urbana, Sport), ballano Cristina Ceretti (Famiglia?), Massimo Bugani (Agenda digitale, Servizi elettorali), Alessandro Delpiano (Mobilità), Marco Marcatili (Casa, Attività produttive). Lepore potrebbe tenersi la Sanità per il primo periodo di mandato. Da decidere la presidente del Consiglio, in pole Rita Monticelli e Roberta Li Calzi.