Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bologna, Lucia Borgonzoni: “Con il vescovo Zuppi rapporti cordiali”

Il sottosegretario leghista alla cultura rompe il silenzio dopo le critiche: "Non sono in polemica con lui. Non censuro, ma non condivido gli insulti che ha ricevuto sui social"

Ultimo aggiornamento il 18 luglio 2018 alle 19:07
Il sottosegretario leghista alla Cultura Lucia Borgonzoni (FotoSchicchi)

Bologna, 18 luglio 2018 - Il sottosegretario leghista alla cultura Lucia Borgonzoni la scorsa settimana era stata nel mirino delle critiche per aver lasciato, prima del previsto, il confronto sull’immigrazione organizzato con l’arcivescovo Matteo Zuppi, per recarsi ad un incontro istituzionale a Roma.

Inizialmente la leghista, tramite un post Facebook, aveva addossato le colpe del mancato incontro a Zuppi, che si era presentato in ritardo. In risposta alle sue parole, sul social network si sono accumulati decine di commenti contenenti svariati insulti nei confronti del vescovo.

Dopo una settimana, la Borgonzoni ha deciso di rompere il silenzio e tornare sulla questione, utilizzando nuovamente la piattaforma social: "Non sono in polemica con il vescovo di Bologna, sono dovuta andar via dall’incontro semplicemente perché avevo già un altro impegno non rinviabile. Tutti sono stati avvisati in anticipo di questo, vescovo compreso, che infatti nel salutarmi pubblicamente lo dice. Con lui i rapporti sono cordiali".

 Ed in merito agli insulti rivolti a Zuppi sul suo precedente post commenta: "Io non censuro per scelta mai nulla. Non tolgo nemmeno le offese contro di me. Vuol dire che condivido? Assolutamente no. E’ una mia scelta, che forse non tutti comprendono. Ma è libera e la difendo".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.