Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione, Marco Lisei
Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione, Marco Lisei

Bologna, 17 novembre 2021 - "Qui c’è un grave problema di trasparenza perché non è concepibile che il problema People Mover venga risolto con riunioni carbonare e comunicati stampa senza raccontare alla città tutto ciò che sta accadendo. Serve subito una commissione d’inchiesta", attacca Marco Lisei, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione, all’indomani dalla minaccia di diffida del sindaco Lepore a Marconi Express. Nell’attesa del piano dettagliato su come risolvere tutti i problemi di malfunzionamento dell’opera che la società ha promesso di inviare entro venerdì, Fratelli d’Italia chiede che vengano presi provvedimenti.

Il sindaco Matteo Lepore ha tuonato contro i disservizi della monorotaia che collega l’aeroporto Marconi con la stazione di Bologna...
"La lettera di diffida mi pare abbastanza ridicola, il Comune ha quote in Tper che ha il 25% di Marconi Express, in pratica il Comune sta diffidando se stesso. Tra l’altro a giugno, quando i problemi erano già evidenti, gli hanno allungato la concessione di altri 3 anni".

La Regione che cosa può fare? "Come Fratelli d’Italia noi proponiamo una commissione d’inchiesta perché c’è un problema enorme di trasparenza su un mezzo che è costato milioni di euro ai contribuenti e che ne costerà altri per come è strutturato il contratto. Viale Aldo Moro deve assumersi le sue responsabilità visto che ha messo 27 milioni di euro nel progetto".

Quali sono gli errori che denunciate?
"Prima continui rinvii e inaugurazioni finte in vista delle elezioni, successivamente sospensioni e ritardi. Poi la scelta di far partire la navetta in piena pandemia, nella consapevolezza che i volumi di carico richiesti dal contratto non sarebbero mai stati realizzati. Poi l’opera viene avviata e si ferma in continuazione perché non avevano considerato l’impatto delle condizioni ambientali. Pensavano di essere a San Diego? Non sapevano che a Bologna, piove, nevica c’è la nebbia?".

Ci sono poi i cittadini che si lamentano dell’opera troppo rumorosa...
"È un’infrastruttura che passa a pochi metri dalle finestre di nostri concittadini realizzata senza nessuna opera di mitigazione acustica. Incredibile costringere le persone a vivere barricate in casa: questo aspetto viene tuttora ignorato".

Insomma, il People Mover non si doveva fare?
"Sin dal principio abbiamo sostenuto che questa opera era progettata male, che affidare un’opera del genere a una società che costruiva attrazioni nei parchi giochi ci pareva a dir poco una barzelletta, che il contratto esponeva economicamente il Comune e che la capienza era limitata. Ormai è realizzata, ma le responsabilità di questo fallimento sono tutte del Pd".

L’assessora a Mobilità e Infrastrutture Orioli ha detto che attende le risposte di Marconi Express su come risolvere tutti i problemi della navetta stazione-aeroporto per venerdì. Che cosa si aspetta?
"Poco e siamo diffidenti, perché i problemi sono strutturali e non possono essere risolti in pochi giorni, soprattutto se non sono stati in grado di risolverli in questi anni. Temiamo che ancora una volta verranno fatti annunci per calmare gli animi e provare a salvare la faccia a Lepore e Bonaccini. Però una cosa deve essere chiara. Per noi i problemi acustici causati ai residenti sono una priorità nella lunga lista dei problemi e saremo intransigenti perché abbiano una soluzione immediata. La priorità non può solo essere far ripartire i mezzi o un generico piano di manutenzione".