Chef al Massimo
Chef al Massimo

Bologna, 8 settembre 2014 - TUTTO ESAURITO a Monzuno per la sesta edizione di ‘Chef al Massimo’, l’evento eno-gastronomico fortemente voluto dalla famiglia Zivieri per ricordare Massimo, titolare dell’omonima macelleria sulle pendici dell’Appennino. La piazza, invasa dai migliori chef della Penisola, ieri è diventata la nuova capitale del gusto: oltre duemila persone non si sono fatte scappare l’occasione di prendere parte alla kermesse, considerata da buongustai e gourmet il migliore appuntamento gastronomico della provincia. 
PROTAGONISTA assoluta è stata proprio l’appetitosa carne di Massimo, che le mani esperte dei 25 grandi artigiani del gusto hanno trasformato in prelibate opere d’arte davanti agli occhi incantati di turisti e residenti. Momento clou è stata l’assegnazione del premio che porta il nome di Massimo Zivieri, creato dal gruppo Giovani Confcommercio-Ascom Bologna, in collaborazione con Emilbanca. 
IL PRESTIGIOSO riconoscimento di 1.000 euro, destinato ai giovani imprenditori che portano avanti la propria attività con passione, innovazione e professionalità, è toccato al musicista Giordano Passini, a Massimo Bacilieri e a Fabio Pasquali dell’azienda Shake snc. «Oggi ricordiamo Massimo con affetto — spiega il sindaco Marco Mastacchi —, attraverso un appuntamento unico, che ogni anno riproponiamo con entusiasmo». Parole condivise da Enrico Postacchini, presidente di Confcommercio Ascom Bologna, che aggiunge: «‘Chef al Massimo’ è un progetto straordinario che punta sulla qualità dei prodotti nostrani interpretati con la passione che accompagnava Massimo».