Le telecamere di Superquark nei sotterranei di Bologna
Le telecamere di Superquark nei sotterranei di Bologna

Bologna, 22 giugno - C’è la ‘solita’ Bologna quella di San Petronio,, delle Sette Chiese e di Palazzo d’Accursio o della Torre Prendiparte. E poi c’è l’altra: sotterranea e che naviga sulle acque. Alberto Angela, con il suo Superquark, sbarca a Bologna per registrare una super puntata tutta petroniana che andrà in onda mercoledì 4 luglio su Rai 1.

ANGELA_31978990_161103

A fare da guida alla troupe di Superquark, gli Amici delle vie d’acqua e dei sotterranei di Bologna che tradotto sono Massimo Brunelli e Davide Sandri nel ruolo di ciceroni con bussola e Anna Brini che ha messo nero bianco il canovaccio storico-artistico dell’intera puntata.

Arrivata lunedì e ripartita giovedì, la Rai di Superquark ha percorso Bologna in lungo e in largo. Poco meno di due i giorni in cui Angela è rimasto sotto le Due Torri (FOTO). Ecco che le telecamere hanno puntato i loro obbiettivi sugli affacci del canale Reno in via Piella, Malcontenti e Oberdan. Di lì al guazzatoio di via Augusto Righi il passo è stato molto breve. Quasi all’angolo con Malcontenti, al guazzatoio si lavavano gli animali che sarebbero poi stati venduti al mercato di Mezzo, alias la Montagnola.
Immancabile, un tour sotterraneo lungo l’Aposa, quindi dritti verso la Conserva di Valverde, nota anche come i Bagni di Mario.

Camerano (Ancona)

LEGGI ANCHE - Le telecamere di Sperquark in ospedale a Forlì

Saliti in macchina con direzione Casalecchio, Superquark ha visitato la celebre Chiusa. Da lì rientro in città, ma sulle colline. Avendo per meta: via degli scalini o meglio villa Guastavillani, sede della Bologna Business School e la sua stupenda grotta.