Bologna, 9 novembre 2018 – Tre live, tre schiaffi. Sempre più forti. Se Lodo Guenzi si è presentato a X Factor 2018 con i fiori della sua allegria scanzonata, gli altri rispondono con i cannoni. L’ultima bordata è di Asia Argento. “Mi vergogno un po’ per lui”, ha detto l’altra sera a Cr4, il programma di Piero Chiambretti.

L’attrice ha dovuto rinunciare al suo ruolo di giudice dopo l’esplosione del caso Bennet. “Sono stata licenziata in tronco con una mail – racconta durante l’intervista -, poi diciamo accordo amichevole”. Insomma, non gli è andata giù. Ma inizialmente ha accolto con un apparente fair play il suo successore. “Un in bocca al lupo al biondino che mi ha sostituita”, scriveva su Instagram tre settimane fa.

LEGGI ANCHE Le pagelle del terzo live - Lite furibonda tra Lodo e Maionchi - Ecco il fumetto dello Stato Sociale

Parole che a ben vedere mal celavano una certa stizza. L’uso di quell’epiteto, “biondino”, non sembrava infatti un modo per esprimere una stima appassionata. Ci sta. Un allenatore che viene esonerato non vede di buon occhio chi occupa la sua panchina. La metafora calcistica, però, non coglie fino in fondo l’evoluzione degli eventi. La Argento sembra piuttosto un premier costretto a dimettersi per ragioni di opportunità, che adesso, dopo un’iniziale e formale apertura di credito nei confronti del nuovo incaricato, passa esplicitamente all’opposizione.

“Ho guardato X Factor e mi sono incazzata”. E ancora: “Non condivido le sue scelte”. Le frasi pronunciate da Chiambretti sono il sigillo su una bolla di scomunica. Se da un mese i fan di Asia non perdono occasione di scaricare su Lodo anatemi social, ora la papessa dark mostra a tutti il suo pollice verso.

Forse è per questo che il frontman dello Stato Sociale si presenta al terzo live con la scritta ‘Voglio un gattino’ sulla solita maglietta bianca. Bisogno di coccole? X Factor per ora gliene ha riservate poche. Mara Maionchi lo ha accolto con un “è troppo prolisso”. E fin qui la critica era di metodo. Alla fine della seconda puntata la produttrice ha contestato pure il merito: “Ma che c…. dici?”. Infine, la bocciatura di Asia Argento alla vigilia del live di ieri.

Lodo, da parte sua, continua ad incassare e a dispensare sorrisi. Parla un po’ meno, ma continuano a far discutere le sue assegnazioni. I colleghi giudici, per esempio, storcono il naso dopo aver ascoltato ‘Take On Me’ degli A-Ha interpretata dai Seveso Casino Palace. E anche il pubblico sembra non gradire, visto che li spedisce al ballottaggio contro Emanuele Bertelli. Uscirà quest’ultimo.

La medesima sorte la settimana scorsa è toccata a un’altra band di Guenzi, i Red Bricks Foundation. Non esattamente i Rolling Stones, al di là delle presunte somiglianze del leader con Mik Jagger. Una cosa, a questo proposito, bisogna pur dirla: fatta eccezione per i Bowland, la squadra ereditata da Asia Argento non è il dream team. In fondo lo sa anche Lodo. Magari è per questo che continua a sorridere e a divertirsi. Nonostante tutto.

LODOSTORY_34118016_160314