Dieci Colli, la partenza (foto d'archivio Schicchi)
Dieci Colli, la partenza (foto d'archivio Schicchi)

Bologna, 30 aprile 2018 - Su e giù per i colli in bicicletta tra ritorni al passato e uno sguardo al futuro: sono oltre 1200 corridori, tra i quali il numero uno della ginnastica azzurra degli anni Novanta Juri Chechi, che si già assicurati un pettorale per la 34ª edizione della Gran Fondo Dieci Colli Gp-Assicoop, gran fondo cicloamatoriale organizzata dal Circolo Dozza, del primo maggio, a cui è ancora possibile iscriversi fino ad oggi.

Rispetto agli anni passati il dislivello affrontato dagli atleti sarà addolcito, così come il chilometraggio, ridotto "per permettere – spiega il presidente del circolo Dozza Davide Capelli – di abbracciare una platea più vasta". Alla partenza, ristabilita così come l’arrivo nel cuore storico dei giardini Margherita, si presenteranno anche le bici con pedalata assistita come si era augurato l’oro Olimpico di Atene Paolo Bettini, inserito nel comitato d’onore speciale.

Dieci Colli 2018, a Bologna strade chiuse e modifiche al traffico

Con lui ci saranno Renato Villalta, Adriano Amici, anima del Giro dell’Emilia, Giordano Gardenghi, Luciano Sita, Tiberio Rabboni, Marino Bartoletti e Vittorio Prodi, il presidente della consulta dello sport Davide Grilli, il prefetto Matteo Piantedosi e l’assessore allo sport Matteo Lepore.

Al centro del primo maggio ci saranno il sudore e la fatica dei partecipanti che dai giardini Margherita raggiungeranno la salita di Quinzano, preludio alla scalata di Loiano, dove negli ultimi 4 chilometri di asperità verrà preso il tempo valido per la Crono scalata. Da lì la discesa verso la fondovalle per poi risalire con l’obiettivo Monzuno.

Dopo la seconda salita di giornata, ancora discesa in attesa del gran finale con le asperità delle Ganzole, Pieve del Pino e la panoramica dei colli bolognesi, compreso lo strappo di Montecatini Donato prima della planata ai Giardini Margherita, dove si concluderanno i 132 chilometri. Una faticaccia ma una soddisfazione pari a quella degli organizzatori che hanno lavorato per renderla ancora più bella investendo sulla sicurezza: «Un decimo lo investiamo nella sicurezza» si fregia del risultato Capelli.