Baseball: due successi nel trittico di gare contro Parma. L’UnipolSai mostra i muscoli. E ritrova la vetta del campionato

Un rimpianto per Frignani: la sconfitta in volata nell’ultimo match al Falchi. Ma il gruppo cresce.

L’UnipolSai mostra i muscoli. E ritrova la vetta del campionato

L’UnipolSai mostra i muscoli. E ritrova la vetta del campionato

Voleva blindare il secondo posto, l’UnipolSai di Lele Frignani. Ha fatto qualcosa di più anche se è mancata la ciliegina. Complici i risultati alterni di San Marino, battuto due volte dal fanalino di coda Bbc Grosseto, la Fortitudo agguanta la squadra del Titano al primo posto (seconda per aver perso due sfide su tre, all’andata) e tiene l’ambiziosa Parma a tre vittorie di distacco.

Manca la ciliegina perché, nell’ultimo confronto contro Parma, la Fortitudo batte di più, ma cade in volata, 3-2, con Maurizio Andretta che concede il punto ai ducali, dopo che capitan Dobboletta e compagni erano riusciti a impattare nonostante un inizio choc, subito 2-0 per gli ospiti.

Il trittico con Parma si chiude con questi risultati, 4-1, 2-1 e 2-3 e la consapevolezza che Christian Mura, il giemme della Fortitudo, ancora una volta ha assemblato una squadra di tutto rispetto, pur avendo un budget nettamente inferiore a San Marino e Parma. La forbice economica si è ulteriormente dilatata – già lo scorso anno a favore di Titani e Ducali –, ma l’UnipolSai può contare su un ottimo manager, Daniele Frignani, uno staff di prim’ordine (Fabio Betto e Claudio Liverziani su tutti) e una squadra che non molla mai. E che, nel weekend, ha avuto ragione anche dell’ex Matteo Bocchi che, fin qui, aveva sempre fatto benissimo.

Cresce sul monte di lancio Marc Civit, sempre più prezioso e determinato. Restano due certezze gli italiani di sempre, ovvero Filippo Crepaldi e Alex Bassani. E cresce anche Eduar Lopez, che aspetta di conoscere quale sarà lo straniero al quale sarà affiancato. Non sarà Raul Rivero, perché il leggendario pitcher che ha vinto tutto negli ultimi dieci anni con la Fortitudo, giocherà solo nei playoff, ma per San Marino.

Detto che, sul campo, sono stati anche festeggiati i 39 anni del veterano Francesco Fuzzi, la Fortitudo può contare sul solito Ricardo Segundo Paolini e su un Eugene Helder che, nel box di battuta, sa farsi rispettare.

Non tradiscono le attese Filippo Agretti e Riccardo Bertossi e nemmeno gli altri stranieri, Francinel Martina e Yosmi Antonio Fernandez Flores, il giovane che si sta disimpegnando nel migliore dei modi come interbase. Bene anche Ernesto Paolo Liberatore e Samuele Gamberini, sempre più a suo agio come designato. L’impressione è che con un paio di ulteriori innesti, l’UnipolSai potrebbe difendere ancora meglio lo scudetto vinto con pieno merito un anno fa. Ma anche adesso la Fortitudo sa farsi valere.

Le altre gare: Bbc Grosseto-San Marino 10-4, 8-1, 6-9; Macerata-Bsc Grosseto 2-3, 6-0, 15-0.

La classifica: San Marino e UnipolSai Fortitudo Bologna 714; Parma 571 (12-9); Macerata 524 (11-10), Bsc Grosseto 286 (6-15); Bbc Grosseto 190 (4-17).

a. gal.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su