DAVIDE MINGHETTI
BFC

Bologna Fc, interesse per Gosens: il punto sul mercato

Le prime idee per la squadra dell’anno prossimo: l’esterno ex Inter e Atalanta sarebbe un obiettivo per la fascia sinistra. Davanti c’è il nodo Zirkzee, tutti i nomi sondati e le possibili alternative all’olandese

Tutti i possibili acquisti del Bologna: da sinistra a destra, Robin Gosens (Union Berlino), Tomas Suslov (Verona) e Vangelis Pavlidis (Az Alkmaar)

Tutti i possibili acquisti del Bologna: da sinistra a destra, Robin Gosens (Union Berlino), Tomas Suslov (Verona) e Vangelis Pavlidis (Az Alkmaar)

Bologna, 8 giugno 2024 – Il mercato del Bologna entra nel vivo: nella settimana in cui il club rossoblù ha ufficializzato Vincenzo Italiano in panchina dopo l’addio di Thiago Motta, Sartori e Di Vaio sono già al lavoro per allestire una squadra all’altezza della Champions League

Tra mercato e uscita, i rumors si rincorrono: secondo l’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, il Bologna sarebbe tornato su Robin Gosens. L’esterno ex Inter e Atalanta rappresenterebbe un obiettivo concreto per la fascia sinistra, visto anche i dubbi nel riscattare Victor Kristiansen (per cui il Leicester chiede 15 milioni). Il difensore è un vecchio pallino di Giovanni Sartori, che lo portò all’Atalanta e che avrebbe voluto vestirlo già di rossoblù lo scorso anno. Invece, il tedesco approdò in Bundesliga, all’Union Berlino, fresco di Champions League.

Quella stessa Champions che potrebbe ritrovare sotto le Due Torri, alla ricerca di un’occasione di rilancio: l’ultima stagione in Germania, infatti, ha visto il club salvarsi in campionato solo all’ultima giornata (nonostante un buon rendimento di Gosens, che ha messo a referto 7 gol segnati e 4 assist). 

Il mercato

Tra gli altri obiettivi, il Bologna sembra aver abbandonato la pista Colpani come trequartista: il Monza, infatti, chiede oltre 20 milioni. Troppi per le casse rossoblù, che preferiscono investire il tesoretto sulla punta, in caso di addio di Joshua Zirkzee. Il club rossoblù farà di tutto per tenerlo, ma nella clausola dell’olandese c’è l’opzione di scegliersi il futuro, come confermato anche ieri da Fenucci.

E poi c’è il nodo budget: in caso di addio al Bayern Monaco, al Bologna entrerebbe la cifra tonda, ovvero 40 milioni puliti. Se fosse invece un’altra squadra (le ultime indiscrezioni danno forte il Milan sul giocatore) sarebbero soltanto 24 i milioni che il club rossoblù reinvestirà sul mercato (il 40 per cento, da clausola, andrà al club bavarese). 

In questo caso, il Bologna tiene pronto il piano B: i profili attenzionati sono quelli di Vangelis Pavlidis dell’Az Alkmaar, Jhon Duràn dell’Aston Villa, Kouamè della Fiorentina e Strand Larsen del Celta Vigo. La stampa francese fa sapere che anche Vitinha potrebbe rientrare nelle idee rossoblù, in caso il Genoa non lo riscattasse.

L’ad Claudio Fenucci ha dichiarato che il Bologna proverà a trattenere tutti i big, ma da Torino segnalano un forte interesse della Juve per Riccardo Calafiori, fresco di convocazione agli Europei. Anche in questo senso, il club rossoblù tiene monitorato il centrale del Brest Lilian Brassier, su cui è però forte la concorrenza di Olimpique Marsiglia e Wolfsburg.

Intanto, prende quota la pista Alexander Prass, centrocampista 23enne in forza allo Sturm Graz che ha messo a segno 9 gol e 9 assist nel campionato austriaco.

Sul fronte cessioni, il Bologna non sarebbe intenzionato a riscattare Alexis Saelemaekers dal Milan (9,5 milioni la cifra chiesta), tra i protagonisti dell’ultima stagione. Pista calda, invece, per Tomas Suslov del Verona, trequartista che ha trascinato il Verona alla salvezza con 3 gol e 5 assist. 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su