Bologna, con l’Udinese il pareggio dei rimpianti

Fallita l’occasione per agguantare il terzo posto: i rossoblù in dieci dopo l’espulsione di Beukema. Saelemaekers recupera, ma poi sbaglia due occasioni per la vittoria

Bologna, 28 aprile 2024 – Il Bologna fallisce l'assalto al terzo posto e offre a Roma e Atalanta la possibilità di ricucire e riaprire la corsa Champions, l'Udinese, invece spreca punti preziosi per la rimonta salvezza.

Bologna Udinese: il gol di Saelemaekers (foto Schicchi)
Bologna Udinese: il gol di Saelemaekers (foto Schicchi)

Al Dall'Ara (video), la sfida tra rossoblù e bianconeri è la sfida dei rimpianti per entrambe: perché gli ospiti passano in vantaggio e si fanno raggiungere nonostante la superiorità numerica. Di più, il Bologna ha pure due occasioni per completare la rimonta con Saelemaekers, ma alla fine è l'Udinese, con Davis e Brenner ha fallire il match point, con il primo che stampa la conclusione all'incrocio e il secondo che fallisce il tap in a porta vuota. Finisce con i gol di Payero e Saelemaekers e tanti rimpianti, soprattutto per Cannavaro, alla prima panchina da 90 minuti in serie A, che incarta il match alla banda di Thiago Motta, che a 7 punti dall'aritmetica Champions si si fa prendere dalle vertigini.

La coreografia della curva per il Bologna (foto Schicchi)
La coreografia della curva per il Bologna (foto Schicchi)

Il Bologna per attaccare il terzo posto della Juventus e cercare di staccare Roma e Atalanta, l'Udinese per limitare l'emorragia, a caccia di punti salvezza e impresa: i bianconeri si confermano bestia nera dei rossoblù, che avevano battuto all'andata per 3-0 e proprio come all'andata va a segno Payero, centrocampista argentino che sblocca il match nel secondo minuto di recupero del primo tempo: pasticcio del Bologna, con palla persa di Freuler sulla propria trequarti. Ne approfitta Samardzic, che verticalizza per Lucca: la conclusione è murata, ma resta vacante e Payero anticipa Posch a tu per con Skorupski e non sbaglia.

Ti aspetti un Bologna che aggredisca il match e invece i rossoblù dimostrano una volta di più di soffrire le squadre chiuse. Reduce da due 0-0 casalinghi con Frosinone e Monza, la squadra di Motta si trova di fronte un'Udinese barricata nella propria metà campo. E' portata al gioco, ma non abile su calci piazzati e nell'andare a trovare l'episodio che sparigli le carte. Così l'Udinese si mette in partita, con Cannavaro che presenta una squadra solida dietro e corta nei reparti, che lascia libertà di manovra fino alla linea di metà campo, intasando gli spazi da lì in poi. La tattica funziona, il Bologna colleziona corner (6 nel primo tempo, 10 alla fine) e piazzati, non occasioni e con il passare dei minuti si innervosisce e prova a sbilanciarsi. L'Udinese approfitta di due errori per involarsi in contropiede: sul primo, di Ehizibue, chiude Beukema, sul secondo non c'è scampo.

Motta ridisegna il Bologna nell'intervallo, spedendo in campo Orsolini per El Azzouzi e ridisegnando la squadra con il 4-2-3-1. Il Bologna prova la reazione di nervi, val tiro e fiora pareggio con Aebischer e Ndoye, ma l'Udinese non cambia atteggiamento e al minuto 19 trova la seconda svolta del match: recupera, si lancia in contropiede e rimedia il secondo giallo di Beukema. Bologna in 10, Udinese che sfiora il 2-0 proprio con Samardzic da fuori e con un colpo di testa di Kristensen, ma non chiude la gara. Cannavaro toglie Pereyra e Lucca per coprirsi e arriva l'episodio per il Bologna che non ti aspetti. Ferreira, che aveva regalato il corner alla Roma giovedì, commette un inutile fallo su Saelemaekers: punizione dal vertice destro dell'area bianconera Okoye si fa ingannare dalla traiettoria ed è pareggio.

Il Bologna la riprende e Saelemaekers ha due volte la palla per vincerla, nonostante l'inferiorità numerica, con Cannavaro che ha poco o nulla dai cambi e vede la squadra calare alla distanza, vittima anche della tensione e della paura, gli stessi sentimenti che avevano bloccato nel primo tempo i padroni di casa. Finisce 1-1, per un pareggio che lascia rimpianti ad entrambi: al Bologna, che offre a Roma e Atalanta l'occasione di riaprire la corsa Champions, all'Udinese, terzultima, che butta l'occasione di ricucire su Verona, Frosinone e Empoli.

Il tabellino

Bologna-Udinese 1-1 (0-1)

Bologna (4-1-4-1): Skorupski, Posch (23' st Corazza), Beukema, Lucumi, Kristiansen, Freuler, Ndoye (42' st Lykogiannis), Aebischer, El Azzouzi, Saelemaekers (1' st Orsolini), Zirkzee (42' st Fabbian). (23 Bagnolini, 34 Ravaglia, 4 Ilic, 29 De Silvestri, 33 Calafiori, 6 Moro, 82 Urbanski, 10 Karlsson, 18 Castro). All.: Motta.

Udinese (3-4-2-1): Okoye, Perez, Bijol, Kristensen, Ehizibue (15' st Ferreira), Walace, Payero (42' st Brenner), Kamara (42' st Zemura), Samardzic, Pereyra (23' st Zarraga), Lucca (23' st Davis). (70 Mosca, 93 Padelli, 2 Ebosele, 16 Tikvic, 27 Kabasele, 33 Zemura, 7 Success, 22 Brenner). All.: Cannavaro.

Arbitro: Sacchi di Macerata.

Reti: nel pt 47' Payero; nel st 33' Saelemaekers.

Note: Angoli: 10-3. Recupero: 4' e 6'. Spettatori: 27.396

Ammoniti: Ehizibue, Lucca, Beukema, Perez, Zirkzee, Payero, Davis, Ferreira per gioco scorretto; Okoye per comportamento non regolamentare.

Espulso: Beukema per doppia ammonizione.

I giocatori sotto alla curva a fine partita (foto Schicchi)
I giocatori sotto alla curva a fine partita (foto Schicchi)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su