MASSIMO VITALI
Sport

Bologna, in 5.000 per il benvenuto a Italiano. Partenza da Champions per gli abbonamenti

Grande risposta dei tifosi nel primo giorno della campagna: il modo migliore per accogliere il tecnico che viene presentato oggi al Dall’Ara

Bologna,   in 5.000 per il benvenuto a Italiano. Partenza da Champions per gli abbonamenti

Bologna, in 5.000 per il benvenuto a Italiano. Partenza da Champions per gli abbonamenti

Bologna, 13 giugno 2024 – Oltre cinquemila messaggi di benvenuto per Vincenzo Italiano. Un benvenuto in forma di abbonamenti, che è la formula perfetta per coniugare la passione del tifoso con il ritorno economico per il club e che resta un indicatore di temperatura efficace per misurare la febbre di una piazza.

Ebbene: alle 17 di ieri, dopo una giornata intensa scattata alle 10 e di fatto mai finita dal momento che le tessere si possono fare anche (e soprattutto) online, il cassiere rossoblù ha comunicato il dato del primo giorno: oltre 5 mila tessere.

E’ un bottino corposo, verosimilmente perfino inferiore al dato reale, dal momento che l’affollamento di richieste in qualche circostanza ha rallentato le procedure di rinnovo della tessera o di acquisto dei posti rimasti liberi dalla scorsa stagione. Un consuntivo definitivo a Casteldebole si è potuto fare solo a tarda ora.

Passione rossoblù

La grande onda rossoblù, in ogni caso, com’era largamente prevedibile ieri ha invaso i canali ufficiali indicati dal club per confermare, e incrementare, l’atto di fiducia della scorsa stagione, quando le tessere sottoscritte furono 14.271. In pratica in appena sette ore il club rossoblù aveva già messo in cascina più di un terzo delle tessere di un anno fa, effetto inevitabile di un quinto posto a 68 punti, con annessa qualificazione alla Champions, che è stato il glorioso lascito di fine maggio.

Italiano apprezza

Sicuramente Italiano apprezzerà, lui che peraltro viene da tre stagioni a Firenze, altra piazza in cui in tema di attaccamento alla squadra non si fanno mancare nulla. La scorsa stagione però i fiorentini firmarono una campagna abbonamenti all’insegna dell’arretramento, fermandosi (si fa per dire) a poco più di 17 mila tessere, contro le oltre 21 mila della stagione precedente. Come si vede si tratta di numeri importanti, che il siciliano nato a Karlsruhe che questa mattina alle 11 allo stadio Dall’Ara verrà presentato ufficialmente alla stampa si augura di poter raggiungere anche nella sua nuova avventura in rossoblù. Sotto le Due Torri in tema di abbonamenti ‘quota 20 mila’ è stata superata per l’ultima volta nel 1999-2000, sull’onda della semifinale di Coppa Uefa con Marsiglia conquistata nella stagione precedente con Mazzone: 22.842 le tessere allora sottoscritte. Il record, come noto, appartiene però all’anno di Baggio (1997-98), quando l’allora presidente Gazzoni strappò il sì a 27.336 fedelissimi.

Mercato 

Per tornare al presente il club non ha indicato obiettivi e difficilmente lo farà oggi: ma appare verosimile che tornare a bissare le ventimila tessere sarebbe il giusto riconoscimento a una stagione da protagonisti assoluti. Non va però dimenticato che al tifoso-abbonato adesso verrà chiesto uno sdoppiamento: ieri è partita la campagna abbonamenti per il campionato (la fase della prelazione chiuderà il 2 luglio), più avanti scatterà il mini-abbonamento per la Champions League. Un anno fa, al primo giorno, le tessere sottoscritte furono 4 mila. Già esauriti i posti per i nuovi abbonamenti della tribuna Kids Stand: segno che il futuro è roseo ma soprattutto giovane.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su