Bologna, 22 dicembre 2013 - “Questo è il Bologna che sogno”. Con Stefano Pioli? “Ovviamente sì, con Pioli”. Il presidente del Bologna Albano Guaraldi conferma di fatto il tecnico, al termine della partita casalinga e vittoriosa con il Genoa al Dall’Ara (le immagini). Guaraldi lo ha detto soffermandosi coi cronisti all’uscita dalla tribuna. E tutte le voci girate nei giorni scorsi? “Sono illazioni”.

Parla anche il capitano, Alino Diamanti, autore del gol che vale tre punti e un Natale un po' più sereno in casa rossoblu: “In questa settimana si è parlato tanto e in troppi. Bisogna guardare tutti l’obiettivo salvezza e marciare insieme. C’è un momento per parlare e un momento per lavorare e lottare. Questo è il momento di dare risposte in campo. Noi siamo tutti uniti e vogliamo arrivare alla salvezza. Il resto sono solo chiacchiere e folklore provinciale: le parole del resto le porta via il vento”.

 

Stefano Pioli tira un sospiro di sollievo: “La vittoria di oggi è determinante per la nostra classifica, che era troppo penalizzante. Siamo partiti troppo a rilento, oggi i ragazzi hanno giocato con attenzione, determinazione, concentrazione, meritando la vittoria”. Così la squadra potrà passare un Natale “con un po’ piu’ di serenita’, pur sapendo che la strada da fare e’ ancora tanta e che dobbiamo riprendere a lavorare con attenzione, le prossime gare con Catania e Lazio sono importanti”.

Pioli non vuole parlare della sua panchina, data in bilico anche in caso di successo. “E’ chiaro che la nostra situazione e’ delicata, io sono il primo responsabile e me ne faccio carico - si limita a commentare - Ho ringraziato i giocatori e i tifosi che nei miei confronti sono sempre eccezionali. Credo che in alcune partite non abbiamo avuto la fortuna che a volte serve per salvarsi, ci sono state gare perse all’ultimo secondo e le sconfitte non fanno crescere ma e’ arrivata oggi una svolta positiva e abbiamo tutte le possibilita’ per giocare anche il prossimo anno in serie A”.

Pioli si gode un grande Diamanti (“e’ un giocatore di grandissima qualita’, mi auguro che riusciamo a trovare questo tipo di prestazione con piu’ costanza”) e spera nel mercato. “Se avremo la possibilita’ di migliorare l’organico dovremo farlo - spiega - Ci sono situazioni da risolvere, abbiamo troppi giocatori, ma in queste due settimane non abbiamo avuto tantissimo tempo per impostare il lavoro. Ora con piu’ serenita’ si provera’ a pensare di fare degli innesti mirati. La squadra e’ a buoni livelli, non siamo da prima fascia ma siamo assieme ad altre 8-10 squadre che si giocano la salvezza e possono fare un buon campionato. Di quello che e’ successo la scorsa settimana si e’ detto e scritto troppo, io non ho intenzione di tornarci sopra. Abbiamo vinto e ora pensiamo al futuro”.