Pinzolo (Trento), 20 luglio 2018 - Nel ritiro di Pinzolo Andrea Poli si candida per il ruolo di capitano. Il centrocampista rientra nella ristretta cerchia dei leader rossoblù a cui Inzaghi medita di affidare la fascia, insieme a Palacio, Dzemaili, Da Costa, De Maio e Destro e in un recento sondaggio circolato sul web il nome di Poli è risultato il più gradito. Lui non si tira indietro: "Sarebbe un onore rappresentare questo club e i suoi tifosi. Il pensiero rappresenta per me uno stimolo in più, prendermi responsabilità mi è sempre piaciuto".
 
Non gli pesa neppure la consapevolezza del fatto che il Bologna sia chiamato a cambiare passo dopo l'ultima stagione: "Nella seconda parte della scorsa stagione non siamo stati all'altezza. Ritrovo una squadra profondamente cambiata: nuovo l'allenatore, nuovo il modulo e tanti ragazzi, arrivati dall'estero. Noi del nucleo storico stiamo lavorando per far sì che si integrino il prima possibile in campo e fuori, perché essere un gruppo unito farà la differenza".
BOLOGNACALCIO_32442685_173313
 
Inzaghi sarà poi il valore aggiunto, secondo il centrocampista: "Abbiamo fatto un anno insieme al Milan. Fu un anno difficile e Pippo è ripartito mettendosi in discussione, vincendo un campionato a Venezia e sfiorando la promozione l'anno scorso. Se uno come lui, che ha vinto tutto da giocatore, ha ancora questa fame, noi certo non potremo tirarci indietro. Quest'anno poche chiacchiere, dovremo parlare con i risultati e le prestazioni".
 
Fin da questo ritiro, ormai agli sgoccioli. Domani i rossoblù affronteranno alle 17 il Comano allo stadio Pineta. Alle 21.30, in Piazza San Giacomo serata di gala con il concerto acustico di Luca Carboni, mentre domenica alle 17 sotto con il Southampton Under 23, ultimo appuntamento del ritiro di Pinzolo. Il Bologna rientrerà in città lunedì.