Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
9 apr 2022

Da Costa: "Il Bologna può andare lontano"

L’ex portiere di rossoblù e blucerchiati lunedì era a San Siro: "Ho abbracciato i miei amici. Fenomenali dopo l’annuncio choc di Mihajlovic"

9 apr 2022
marcello giordano
Sport
featured image
Da Costa: "Il Bologna può andare lontano"
featured image
Da Costa: "Il Bologna può andare lontano"

A San Siro, i rossoblù hanno avuto un sostegno in più. Non solo De Silvestri, benché infortunato, ha seguito i compagni. Sugli spalti prima e nel ventre dello stadio, a salutare dirigenti, staff tecnico e squadra, nella prima partita senza Sinisa, c’era pure Angelo Da Costa: "Perché me lo ricordo bene come fu l’estate del 2019 e quell’anno e volevo essere al loro fianco. Sono stati bravissimi, fenomenali, anche perché non era scontato reagissero così. Il fatto che abbiano vissuto questa situazione già una volta non significa che debbano riuscire a fronteggiarla anche una seconda. Dico bravi ragazzi e forza Sinisa: la cosa più importante ora che lui guarisca". Angelo Da Costa, negli ultimi anni gli choc emotivi non sono mancati. "Vero. Dal rischio retrocessione alla rimonta salvezza con Sinisa. Poi la malattia del mister e la squadra che ha marciato forte fino a febbraio, al lockdown, in corsa per l’Europa". La stagione dopo, Sinisa sembrava guarito e la squadra è stata piatta, con 41 punti finali. "Poi l’addio di Sabatini, le prime voci di rottura con Sinisa, il cambio modulo, e i 27 punti nel girone d’andata: può essere una chiave di lettura il fatto che la squadra renda in condizioni di stress, ma credo che il calo del girone di ritorno vada analizzato molto bene in chiave futura, perché quest’anno ci si aspettava un salto di qualità e premetto: per me il Bologna è molto forte". Cosa non è andato secondo lei? "Con l’undici titolare a disposizione la squadra ha fatto molto bene". Il problema è la qualità dei cambi? "Ho dei dubbi. Non vorrei che si possa lavorare di più e meglio sul coinvolgimento, la considerazione e la condizione delle seconde linee, che spesso sono quelle che fanno la differenza: specie con i 5 cambi. D’altronde ho ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?