Inzaghi durante Bologna-Inter (Ansa)

Bologna, 1 settembre 2018- La rete di Nainggolan è stata per Filippo Inzaghi come un fulmine a ciel sereno prima dell'acquazzone che si è abbattuto sul Bologna, uscito dal Dall'Ara con tre gol sul groppone: "Se c'era una squadra che doveva passare in vantaggio - si rammarica il mister del Bologna - dovevamo essere noi con il colpo di testa di Helander. Poi nel momento in cui stavamo facendo meglio presentadoci tre volte al tiro in contropiede con Dzemaili, Nainggolan si è inventato un gol dal niente".

BOLOGNA-INTER_33374006_182638

Al termine dei 90 minuti i punti raccolti sono però zero ed il Bologna resta fermo ad 1 in classifica: "Dobbiamo ripartire dai primi 70 minuti che sono stati perfetti - dice Inzaghi -. Mi auguro che i ragazzi non si abbattano perchè all'intervallo pensavano di poter vincere oggi: nom si aspettavano di soffrire così poco nel primo tempo".

Invece il Bologna non solo non ha vinto ma non ha nemmeno segnato un gol, cosa che succede regolarmente da inizio stagione: "Non abbiamo fatto gol - spiega Inzaghi - ma le occasioni le abbiamo avute. Qualcosa creiamo, penso al colpo di testa di Helander, a quello di Santander e alle ripartenze con conclusione di Dzemaili, ma dobbiamo essere più bravi a trovare la via del gol".