Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Cinili: "Bologna fantastica E porto la Virtus in finale"

Basket A1 donne Domani ore 18: al PalaTaliercio la prima gara con Venezia "Loro sono più fresche, ma noi siamo già pronte a dare battaglia"

filippo mazzoni
Sport
Sabrina Cinili, 32 anni, punto di forza della Virtus di Lino Lardo (Ciamillo)
Sabrina Cinili, 32 anni, punto di forza della Virtus di Lino Lardo (Ciamillo)
Sabrina Cinili, 32 anni, punto di forza della Virtus di Lino Lardo (Ciamillo)

di Filippo Mazzoni

Nemmeno il tempo di lasciarsi alle spalle i quarti che domani si torna a giocare. Sarà una pasquetta sul parquet per la Virtus che alle 18 al PalaTaliercio affronta Venezia. Va in scena gara-una della semifinale con la serie che si trasferirà giovedì, alle 20,30 alla Segafredo Arena e in caso di parità domenica 24 di nuovo a Venezia.

"Finalmente siamo al completo, che non vuol dire che siamo al massimo, ma stiamo bene, abbiamo più sicurezza e consapevolezza di quello che siamo e di quello che possiamo fare – sottolinea Sabrina Cinili – Venezia forse è più fresca di noi, viste le 7 partite che non ha giocato in campionato, ma siamo pronte e decise a dare battaglia ed è questo quello che conta".

Un inizio di stagione di alti e bassi, poi con l’arrivo delle sfide importanti è uscita la forza, ma anche l’unità di gruppo della Virtus.

"Sapevamo di avere un grande potenziale che non avevamo ancora dimostrato a pieno, le partite da dentro o fuori, quelle importanti hanno mostrato il meglio di noi dandoci ancor di più consapevolezza dei nostri ruoli e stabilendo gerarchie chiare. Tutte sappiamo quel che dobbiamo fare e tutte siamo pronte a metterci a disposizione del gruppo per il bene della squadra".

Parole chiare, da leader dello spogliatoio.

"Adesso ci attende Venezia, dobbiamo mantenere la concentrazione alta, giocare con intensità e difendere forte".

Stregata dalla Virtus e da Bologna.

"Mi piaceva molto il progetto del patron Zanetti di creare una squadra femminile vincente e non ci ho messo molto a decidere di venire a Bologna. Qui ho trovato una dirigenza appassionata e una società molto organizzata in grande crescita e che punta in alto".

Bologna è Basket City, ma anche città molto ospitale.

"Sono amante della montagna e della natura, sono rimasta colpita ho trovato una città giovane, innovativa, con tante cose da fare. Sono un’amante del teatro e poi anche fuori dal campo ho conosciuto tante persone speciali, delle amiche vere che mi hanno aiutato specie nei momenti difficili di inizio stagione".

Playoff. Nell’altra semifinale Schio se la vedrà con Ragusa. Gara-uno domani al PalaRomare alle 20, secondo confronto in Sicilia giovedì alle 20,30.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?