Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Fortitudo, ecco l’ultima triste passerella: attesa un’altra contestazione della Fossa

Antimo Martino, 43 anni, coach di una Fortitudo già retrocessa (Ciamillo)
Antimo Martino, 43 anni, coach di una Fortitudo già retrocessa (Ciamillo)
Antimo Martino, 43 anni, coach di una Fortitudo già retrocessa (Ciamillo)

Ultima partita in serie A per la Fortitudo che questa sera (ore 20.45) sarà ospite di Reggio Emilia all’Unipol Arena. Per la Effe si tratta di una gara inutile dato che la formazione allenata da Antimo Martino è già retrocessa nel secondo campionato nazionale. Il clima in casa dell’Aquila è quello del "tutti contro tutti" con i tifosi che imputano a Gianluca Muratori e a Christian Pavani la responsabilità di questo risultato negativo. Muratori ha risposto che è stata la stessa Fossa dei Leoni ad andarlo a cercare dopo il fallimento del vecchio club, mentre quando Pavani era impegnato nell’editoria locale diede spazi fissi e importanti alla storica tifoseria dell’Aquila affinché facesse sentire la sua voce in un processo di ricostruzione che non fu affatto facile e che visse anche un momento di dualismo tra Biancoblù e Eagles.

Anche nella giornata di oggi c’è da attendersi qualche striscione polemico, per una contestazione molto incentrata su come il club è stato gestito in questi ultimi anni. Le cose andranno sistemate a bocce ferme con la partita di oggi che non aiuta di certo a calmare gli animi. La fuga di Jabril Durham, partito per gli Stati Uniti senza il permesso della società, e il mancato utilizzo di Gabriele Procida per un problema al ginocchio sinistro, espongono la squadra ad una possibile figuraccia nell’impianto di quello che è un avversario storico. Il passaggio è obbligato, ma da domani occorre iniziare un percorso di pacificazione tra chi sostiene finanziariamente il progetto e che sostiene la squadra sugli spalti. Questo è il primo passo per iniziare nel migliore dei modi la nuova stagione tenendo presente che sul piano economico sarà condizionata dal piano di rientro dei debiti con l’erario che è al vaglio dell’Agenzia delle Entrate.

A Reggio Emilia, invece, la vittoria serve per blindare il settimo posto in classifica e andare ad occupare un posto leggermente migliore nei playoff. I biancorossi sono già certi di partecipare ai quarti di finale playoff, per cui anche una sconfitta non avrebbe nessun effetto sul suo futuro.

Massimo Selleri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?