FILIPPO MAZZONI
Fortitudo

Rimpianto Fortitudo, la beffa arriva in volata

Priva di Aradori e con Freeman febbricitante, l’Aquila si arrende a Trapani. Decidono i i tre liberi realizzati dallo statunitense Notae

Capitan Matteo Fantinelli, 30 anni, in palleggio, prova a innescare ancora una volta i compagni contro la difesa di Trapani (Fortitudo/Melotti-Taboboca)

Capitan Matteo Fantinelli, 30 anni, in palleggio, prova a innescare ancora una volta i compagni contro la difesa di Trapani (Fortitudo/Melotti-Taboboca)

Trapani, 3 giugno 2024 – Non basta una straordinaria prestazione volitiva alla Fortitudo che cade, anche in gara-due al PalaShark sconfitta da Trapani.

Senza Pietro Aradori e con Deshawn Freeman con febbre alta fino a poche ore dalla palla a due serviva una impresa titanica, contro la corazzata Trapani e Fantinelli e compagni, con una difesa strepitosa e la vittoria al rimbalzo offensivo ci sono andati vicinissimi.

La formazione di Attilio Caja, spinta dai suoi encomiabili tifosi, ci prova fino alla fine in una situazione organico oggettivamente molto difficile.

Serviva la partita perfetta e la Effe sfiora l’impresa nonostante un arbitraggio molto discutibile – il fallo che ha mandato in lunetta Notae per i tre liberi sul 69 pari, e non solo – che manda su tutte le furie i biancoblù.

La Effe inizia alla grande avanti 2-7 al 2’ e poi 5-11 al 4’. Ogden, uno strepitoso Freeman, un perfetto Bolpin lanciano la Effe avanti sul 16-28 al 9’. Bellissimo striscione dei tifosi siciliani "Forza Pietro Aradori".

I rimbalzi offensivi, i punti dalla lunga distanza e un Morgillo pronto a dar battaglia tengono sempre avanti la Effe a fronte di una Trapani dove Amar Alibegovic e Notae tengono a galla i siciliani.

Non bastassero le difficoltà arriva il terzo fallo e il quarto personale di Ogden (con un tecnico discutibile): Caja si arrabbia. E arriva un fallo tecnico anche per l’allenatore biancoblù.

La Fortitudo con in campo tutta la panchina, fatica in attacco, ma non molla. Il primo vantaggio siciliano arriva solo al 28’ sulla tripla di Marini per il 52-51.

Inizia un lungo testa a testa con sorpasso e controsorpasso. La Effe torna a +6 sul 57-63 al 34’, Trapani ribalta 69-65 a 38’, ma a 41” dalla fine i liberi di Ogden valgono il 69-69.

A 14” dalla fine il fallo di Taflaj su Notae. Il 3/3 chiude il match.

Il tabellino

TRAPANI SHARK  72

FORTITUDO BOLOGNA  70

TRAPANI SHARK: Gentile 5, Notae 19, Mollura 5, Alibegovic 17, Horton 6, Imbrò 3, Mian, Mobio 4, Marini 13, Pullazi, Pugliatti ne. All. Diana.

FLATS SERVICE BOLOGNA: Fantinelli 7, Bolpin 10, Conti 4, Ogden 16, Freeman 19, Morgillo 4, Giuri, Panni 3, Taflaj 5, Sergio 2, Kutsnetsov ne. All. Caja.

Arbitri: Enrico Bartoli, Cassina, Giovannetti.

Note: parziali 18-28, 38-41, 52-52. Tiri da due: Trapani 14/22; Fortitudo 20/45. Tiri da tre: 8/29; 6/26. Tiri liberi: 20/25; 12/16. Rimbalzi: 37; 39.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su