Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Geetit, il futuro in dieci giorni: trovare il budget per rifare la A3 o ripartire dalla B

Una partita recente della Geetit
Una partita recente della Geetit
Una partita recente della Geetit

Una decina di giorni ancora e sarà chiaro che ne sarà della Geetit Pallavolo Bologna. Reduce dalla retrocessione in serie B, dopo la prima partecipazione al campionato di A3 maschile di volley, il club sta incontrando gli sponsor e potenziali nuovi partner, per capire quale budget potrà avere a disposizione per la prossima stagione: l’intenzione è quella di acquisire un titolo per riproporsi ai nastri di partenza della prossima A3, ma solo a fronte di un budget adeguato che consenta un campionato privo di sofferenze, con ambizioni playoff. Per fare ciò, serviranno circa 300mila euro.

E per fare ciò, la presidentessa Elisabetta Velabri, il diesse Piero Pedretti e il dg Andrea Cappelletti dovranno avere certezza sul budget a disposizione a inizio maggio, con i playoff di categoria ancora in corso, per poter anticipare le mosse di mercato rispetto alla concorrenza e non correre il rischio di fare la squadra tardi (come un anno fa, quando la promozione dalla B si concretizzò a giugno) e con un possibilità limitate. Se queste condizioni non si dovessero verificare, Pallavolo Bologna ripartirà dalla B. Il futuro del club non è rischio, come successo in passato. Le basi sono solide e il budget per ripartire dalla B non è in discussione. Ma in casa bolognese non si vorrebbe disperdere il capitale di esperienza e investimenti (vedi i 40mila euro per l’acquisto di taraflex e video check obbligatori per la serie A). Tra una decina di giorni, quindi, via anche ai contatti per definire il futuro di coach Asta e della squadra.

Marcello Giordano

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?