MARCELLO GIORDANO
Sport

Bologna Fc, Hummels centrale da Champions: il tedesco si è offerto, il club valuta

Pesa l’ingaggio per l’ex Borussia Dortmund: vuole un biennale da 3 milioni a stagione. Orsolini, il rossoblù più pagato, si ferma a 2

Mats Hummels, 35 anni, è reduce da un’ottima stagione con la maglia del Borussia Dortmund, club con il quale è arrivato in finale di Champions (Alive)

Mats Hummels, 35 anni, è reduce da un’ottima stagione con la maglia del Borussia Dortmund, club con il quale è arrivato in finale di Champions (Alive)

Bologna, 9 luglio 2024 – Ogni estate ha la sua suggestione. Quella del 2024, in casa Bologna, si chiama Mats Hummels.

Solo un paio di mesi fa protagonista della finale di Champions con il Borussia Dortmund, trascinato dal difensore centrale in finale grazie a un gol di testa segnato in semifinale contro il Psg di Donnarumma e Mbappé. E’ un campione, un fuoriclasse che nel proprio palmares può vantare anche la Coppa del Mondo alzata con la Germania in Brasile nel 2014, oltre a due terzi posti agli Europei e a un oro con l’under 21 nella rassegna continentale.

A livello di club vanta due campionati vinti con il Dortmund e 3 con il Bayern Monaco, oltre a 3 Coppe di Germania e a 6 SuperCoppe. Ma la carta d’identità dice 35 anni, 36 a dicembre e dopo l’ultima stagione lui e il Dortmund hanno deciso di non proseguire assieme.

Insomma, Hummels è svincolato e l’agente, sapendo della probabile imminente cessione di Calafiori lo ha proposto a Sartori e Di Vaio. Non era una pista battuta, può diventare un’occasione. O meglio, potrebbe, ma non adesso. Di fronte al sondaggio dell’agente il Bologna ha preso tempo e di fatto messo in stand by l’operazione. La filosofia del Bologna, nonostante la Champions conquistata, per ora non cambia: si cercano profili nel pieno della carriera e futuribili, potenziali future plusvalenze.

Hummels non adesso e comunque non a certi costi. Perché il giocatore tedesco cerca un biennale da 3 milioni netti: troppi, considerato che Orsolini, il rossoblù più pagato, tocca i 2 e in tempi in cui ci sono da negoziare i rinnovi dei giocatori in scadenza al 2026, come Skorupski, Urbanski, Posch, Lucumi, Ravaglia, Aebischer e Freuler, la mossa rischierebbe di portare al rialzo anche le richieste di chi o rinnova o è giunto all’ultima occasione di essere venduto a prezzo pieno.

Morale, se Hummels dovesse rimanere sul mercato e il Bologna non dovesse trovare giocatori ritenuti idonei nel rapporto qualità-prezzo. Ora le priorità si chiamano Balerdi (26), su cui non c’è apertura da parte del Marsiglia e comunque non a meno di 20 milioni.

Stesso discorso vale per Casale (26) della Lazio, Jaka Bijol (25) dell’Udinese, protagonista agli ultimi Europei, mentre sono ritenute eccessive anche le richieste del Lecce (15 milioni) per il nazionale croato Pongracic. A Casteldebole si lavora su altre piste, aspettando di capire se in settimana arriverà il rilancio da 50 milioni dell’Arsenal per Calafiori.

Ma c’è un’altra novità: Ilic, acquistato a gennaio per 4 milioni più uno di bonus, potrebbe essere ceduto in prestito se dovesse capitare un’occasione di un giocatore ritenuto più pronto. Piace Diego Coppola (20) del Verona, sondaggio anche per Pirola (22) e Lovato (24), in uscita dalla Salernitana.

Per ora Hummels è una suggestione che cerca squadra all’estero e che è stato proposto pure a Milan, Inter, Napoli e Como, solo per rimanere in Italia.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su