Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

La StraBologna è pronta a calare un bel tris

Tre tracciati: dal mini da 3,5 al medio da 6,5 fino al maxi da 10 chilometri. Appuntamento il 22 maggio alle 10,30 con lo start in via Rizzoli

alessandro gallo
Sport
Un bel colpo d’occhio sulla ’StraBologna’: le edizioni 2020 e 2021 erano saltate a causa della pandemia (Schicchi)
Un bel colpo d’occhio sulla ’StraBologna’: le edizioni 2020 e 2021 erano saltate a causa della pandemia (Schicchi)
Un bel colpo d’occhio sulla ’StraBologna’: le edizioni 2020 e 2021 erano saltate a causa della pandemia (Schicchi)

di Alessandro Gallo

Due conferme, una novità e una certezza: il ritorno di StraBologna – il 22 maggio – porterà in Piazza Maggiore quasi ventimila persone. Per gli organizzatori dell’Uisp, costretti a saltare per Covid le edizioni 2020 e 2021, il countdown è cominciato da tempo. La prima conferma è legato all’orario: la partenza è fissata alle 10,30. La scelta migliore per raccogliere quelli che, una volta svegli, si lasceranno convincere dalle condizioni meteo. La seconda conferma è legata all’idea di proporre tre percorsi per andare incontro a tutte le necessità. La novità sta sul tracciato maxi, leggermente più breve rispetto al passato. Ma i 10 chilometri offriranno un punto di riferimento preciso ai patiti del cronometro. O a chi, come Omar Bortolacelli, cercherà il nuovo primato sulla distanza con la sua carrozzina.

I percorsi sono stati studiati per offrire qualcosa in più ai partecipanti: si potrà correre in sicurezza, avendo la possibilità di vedere alcuni tra gli scorci più suggestivi e accattivanti di Bologna.

Il percorso mini. Sono 3,5 chilometri: l’ideale per chi voglia fare una semplice camminata. Si parte da via Rizzoli – con le Due Torri alle spalle, come sfondo da favola – poi si gira a destra per via Indipendenza. Via Irnerio, porta San Donato, via Zamboni e il cuore della cittadella universitaria. Via Belle Arti, via delle Moline e via Piella: l’occasione per prendersi un attimo di respiro e dare un’occhiata alla Bologna delle acque. Poi via Marsala, ancora Zamboni e, attraverso via San Vitale, l’arrivo in Piazza Maggiore, per ricevere l’abbraccio del Crescentone.

Il percorso medio. Ai 3,5 chilometri iniziali, aggiungetene altri tre per arrivare a 6,5. Dal passaggio già citato in via Zamboni, taglio per via Petroni, Piazza Aldrovandi, Strada Maggiore, via Fondazza, via Santo Stefano, via Borgonuovo e ancora Piazza Maggiore, transitando per via Rizzoli.

Il percorso maxi. Ridotto rispetto al passato, ma sono sempre 10 chilometri che, per gli amanti del cronometro, rappresentano un ottimo banco di prova. Rispetto al percorso intermedio, il cambio di rotta in via Santo Stefano. Da lì, anziché puntare sul traguardo, ci si porta in via Farini, via Barberia, Piazza Malpighi, Piazza San Francesco, via del Borghetto, il Pratello, via San Rocco, Riva Reno e Piazza Azzarita, ovvero il PalaDozza e il salotto (sportivo) buono della città. E ancora via Calori, via Lame, Parco 11 settembre, via Azzo Gardino, Largo Caduti del Lavoro, via Marconi, via Ugo Bassi e finalmente Piazza Maggiore.

Non ci sarà un vincitore ufficiale, perché StraBologna resta una non competitiva. Ma, come detto, non mancheranno i runner che, cronometro al polso, cercheranno di superarsi.

La classifica vera, quella ufficiale, sarà come sempre quella relativa ai gruppi più numerosi. Premi anche ai gruppi con più cani, alla coppia cane-padrone più originale, ai gruppi con più donne e alle scuole.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?