Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

La Virtus a caccia del tredicesimo sigillo

La band di Scariolo intende allungare la striscia vincente a Pesaro e blindare il primato. Rientra capitan Belinelli, out Cordinier

massimo selleri
Sport
Daniel Hackett, 34 anni, oggi sarà uno degli ex della partita (Ciamillo)
Daniel Hackett, 34 anni, oggi sarà uno degli ex della partita (Ciamillo)
Daniel Hackett, 34 anni, oggi sarà uno degli ex della partita (Ciamillo)

di Massimo Selleri

La Virtus questa sera (ore 20) sarà impegnata a Pesaro per la quartultima giornata del campionato di serie A. Il capitano Marco Belinelli rientra tra i disponibili, mentre non ci sarà Isaia Cordinier. L’esterno francese ha rimediato una contusione alla spalla sinistra e ne avrà per due settimane.

Un problema non da poco per il coach bianconero Sergio Scariolo che mercoledì contro il Lietkabelis dovrà rimescolare ulteriormente le carte non potendo partire da quell’anima difensiva che il numero 00 contribuiva ad alimentare insieme a Daniel Hackett e a Toko Shengelia. Dal punto di vista logico verrebbe da dire che la gara di oggi passa in secondo piano rispetto a quella di EuroCup, ma dal punto di vista della mentalità una squadra che vuole portare a casa il secondo trofeo continentale deve imparare a restare lì con la testa sempre e a non fare distinzioni. Questa è la tesi che sposa l’ex di turno Daniel Hackett.

"Ci aspetta una partita che vogliamo e dobbiamo vincere – spiega il play italostatunitense in una nota del club – per mantenere il nostro ruolino di marcia. Affrontiamo un avversario che viene da un buon momento ed è in forma. Vogliamo scendere in campo determinati e concentrati a fare quello che sappiamo. Siamo consapevoli che ogni partita per noi è fondamentale. Siamo in un periodo in cui è necessario giocare la migliore pallacanestro possibile perché le partite in questo momento contano e pesano. Vogliamo approcciare ogni partita allo stesso modo, con concentrazione e voglia di vincere".

Mercoledì la Virtus ha messo in cassaforte la sua dodicesima vittoria consecutiva in campionato ed ora punta a fare 13 per confermare che il primo posto in classifica, a quattro punti di distanza da Milano non è un qualcosa di casuale ma un risultato frutto di quanto fatto vedere in campo.

Pesaro, invece, nell’ultimo turno di campionato ha sconfitto la Fortitudo e ora punta a fare un bis di scalpi bolognesi non solo per dare un sapore diverso alla sua stagione, ma anche per continuare a correre per conquistare un posto di rincalzo nei playoff. Arbitrano Lo Guzzo, Bartoli e Noce.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?