Quotidiano Nazionale logo
10 apr 2022

La Virtus ha la palla per blindare il primato

Il big-match in una Segafredo Arena da 9.000 spettatori: la grande chance di allungare contro un’Olimpia falcidiata dal Covid

massimo selleri
Sport
Toko Shengelia, 30 anni: è arrivato a febbraio dal Cska Mosca; con lui anche Daniel Hackett (Ciamillo)
Toko Shengelia, 30 anni: è arrivato a febbraio dal Cska Mosca; con lui anche Daniel Hackett (Ciamillo)
Toko Shengelia, 30 anni: è arrivato a febbraio dal Cska Mosca; con lui anche Daniel Hackett (Ciamillo)

di Massimo Selleri

Derby d’Italia questo pomeriggio (ore 17.30) alla Segafredo Arena. Milano si presenta all’appuntamento con sette assenti: Sergio Rodriguez, Shavon Shields, Trey Kell, Troy Daniels, Dinos Mitoglou, Paul Biligha e Gigi Datome, di cui solo quest’ultimo è realmente infortunato, mentre tutti gli altri dovrebbero essere stati stoppati dal Covid. La Virtus, invece, ha solo Marco Belinelli nella lista degli infortunati, con il capitano bianconero che dovrebbe rientrare sabato nella trasferta di Pesaro per poi essere abile ed arruolato per l’ottavo di finale di EuroCup che si disputerà mercoledì 20 aprile a Bologna contro il Liektabelis.

La classifica dice che questa partita ha un impatto importante sulla vetta della classifica. Vincendo la V nera consolida il suo primato staccando di quattro punti l’Olimpia: se, invece, vincono i lombardi allora non solo aggancerebbero la Segafredo, ma avrebbero anche dalla loro parte il computo degli scontri diretti portando sul 2-0. Milano ha giocato anche l’ultima partita di Eurolega in versione rimaneggiata e basta rivedere quella gara per capire che non arriverà sotto le Due Torri con uno spirito remissivo ma proverà comunque a far valere tutto il suo potenziale.

"Abbiamo buone sensazioni – spiega il lungo bianconero Shengelia in una nota del club - Siamo pronti per giocare e competere. Siamo anche molto carichi perché ci sarà l’Arena piena e giocheremo davanti a tutti i nostri tifosi. Penso che al di là delle assenze Milano sia sempre Milano, hanno una grande squadra e grandi giocatori. Sarà una partita fisica, penso una gara dal punteggio basso, sperando ovviamente di vincerla". Se l’Olimpia anche in questa stagione è riuscita ad entrare nella stretta cerchia delle prime otto squadre d’Europa, la V nera sta cercando di seguirne le tracce cercando di qualificarsi per la prossima Eurolega. Tutto passa dalla vittoria di EuroCup, e il campionato in questo momento della stagione serve soprattutto per capire quale sia lo stato di forma della squadra.

L’arrivo di Daniel Hackett e di Shengelia ha alzato il livello fisico della difesa, anche se esiste ancora un gap importante tra quello che riesce a produrre il quintetto partente e quello che, invece, arriva dalla difesa. E’ su questo aspetto che Sergio Scariolo sta lavorando per avere una maggiore omogeneità all’interno del roster bianconero. Questa sarà anche la prima volta che Giampaolo Ricci torna alla Segafredo Arena. Il capitano dello scudetto non è sfuggito alla maledizione che vede con le valigie in mani chi indossa i gradi virtussini, ma in una gara come questa non ci sarà tanto spazio per l’amarcord. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni, probabilmente sarà superata la soglia dei 9mila spettatori, per una partita che, oltre alla tradizione più lontana, è anche un remake della passata finale scudetto che vide la Virtus imporsi con un perfetto 4-0.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?