di Massimo Selleri Prima di EuroCup per la Virtus che nel tardo pomeriggio di oggi (ore 19) sarà impegnata a Bursa contro il Bursaspor. L’esordio in Turchia è all’insegna dei cerotti, con il coach bianconero che non avrà a disposizione Milos Teodosic, il suo ritorno in campo è previsto per la gara di domenica a mezzogiorno contro Napoli, Nico Mannion, per il riacutizzarsi del problema alla schiena e di Momo Jaiteh, alle prese con un problema al primo dito...

di Massimo Selleri

Prima di EuroCup per la Virtus che nel tardo pomeriggio di oggi (ore 19) sarà impegnata a Bursa contro il Bursaspor. L’esordio in Turchia è all’insegna dei cerotti, con il coach bianconero che non avrà a disposizione Milos Teodosic, il suo ritorno in campo è previsto per la gara di domenica a mezzogiorno contro Napoli, Nico Mannion, per il riacutizzarsi del problema alla schiena e di Momo Jaiteh, alle prese con un problema al primo dito della mano sinistra.

"Il nostro obiettivo – spiega il tecnico della Segafredo – è quello di arrivare fino in fondo, rimanendo intelligentemente umili e riconoscendo la forza dei nostri avversari, a cominciare dai primi. Sappiamo benissimo che, in questo momento, giocare fuori casa è diverso dal giocare in casa. Dobbiamo essere concentrati su quello che succede in campo e sulla nostra partita. Ogni gara è importante anche se, con una regular season da 18 gare, bisogna anche ragionare a medio-lungo termine, possono cambiare tante cose".

Il traguardo di alzare questo trofeo è prioritario, dato che questo è l’unico modo per partecipare alla prossima Eurolega. Un vero cruccio per il patron Massimo Zanetti che, dove aver vinto lo scudetto, ora vuole riportare la Virtus tra i 18 club che partecipano alla massima competizione continentale e, di conseguenza, tra i più importanti d’Europa. La formula di questa stagione consente meno errori rispetto al passato e di conseguenza è necessario partire subito con il piede giusto.

"La prima partita è sempre quella più importante – a parlare è il capitano bianconero Marco Belinelli – iniziamo in trasferta consapevoli che fuori casa in questa EuroCup sarà ancora più difficile. Stiamo migliorando ogni giorno, gara dopo gara. Si alza il livello fisico, dovremo approcciare la gara nella maniera giusta perché ogni sfida in questa competizione conta. Dovremo partire da subito con grande intensità, perché per andare in Eurolega dobbiamo tenere i piedi per terra cercando di portare a casa ogni partita".

Per la cronaca è dal 2009, quando allenava il Khimki Mosca, che Sergio Scariolo non partecipa ad una gara di questa competizione e, nonostante le assenze, il pronostico vede comunque la V nera favorita.

Le altre partite. Ieri: Valencia-Patrasso, Gran Canaria Lubiana. Oggi: Ulm-Buducnost, Bourg en Bresse-Venezia.