FILIPPO MAZZONI
Sport

Niente ritorno di Jasmin alla Effe: così i biancoblù sembrano orientati sull’ex Cantù. In lizza c’è anche Parente. Troppo costosi Ramondino e Magro. Repesa va a Trapani, la Fortitudo stringe per Cagnardi

Lavoro e riflessioni, idee e proposte. In casa Fortitudo, sfogliata la margherita delle possibili soluzioni, si va pian piano delineando...

Repesa va a Trapani, la Fortitudo stringe per Cagnardi

Repesa va a Trapani, la Fortitudo stringe per Cagnardi

Lavoro e riflessioni, idee e proposte. In casa Fortitudo, sfogliata la margherita delle possibili soluzioni, si va pian piano delineando la questione allenatore. Il casting per il nuovo tecnico sembra essersi ormai ridotto a pochi pretendenti. Devis Cagnardi e Daniele Parente paiono essere in prima fila. Alle loro spalle attenzione al coup de theatre che, in un momento come questo della stagione potrebbe essere sempre dietro l’angolo. Sorpresa chissà, ma niente Jasmin Repesa il quale, questo sì con un vero e proprio colpo a sorpresa sembra aver preso la via della Sicilia e di Trapani, proprio in casa degli Shark. Il sogno di rivedere Repesa resterà tale visto che il tecnico croato alla fine sta sentendo le sirene di Valerio Antonini acerrimo rivale in questo periodo storico della Effe e del suo popolo. Esclusi i troppo costosi Marco Ramondino e Alessandro Magro, esclusi i Repesa, con altre piste che appaiono più lontane, si torna così a parlare di profili già da qualche settimana presi in esame e di cui sono stati già sviscerati pregi e difetti, vale a dire quello dell’ex Cantù Cagnardi e quello dell’ex Trapani, Parente, ma chissà che magari tra i due litiganti non possa uscire un terzo nome. Nelle prossime riunioni programmatiche della società sarà data la linea definitiva e verranno fatte le mosse finali per chiudere, assolutamente in questa settimana, la scelta del nuovo tecnico. Si va così verso una posizione che porterà sulla panchina della Effe, il successore di Attilio Caja.

Si dipana la matassa più intrigata per la società del presidente Stefano Tedeschi e dei suoi dirigenti e si prosegue così a guardarsi intorno sul mercato giocatori, perché scontato ma vero anche senza allenatore la Fortitudo sta osservando la situazione. Rinnovato Fantinelli, sotto contratto Bolpin, Aradori e sulla carta anche Giuri, rimane da risolvere la questione stranieri. Molto difficile rinnovare Ogden attuali richieste sono fuori dalla portata della Effe, con uno sforzo economico in più si potrebbe provare a confermare invece Freeman. A prescindere da capire, in relazione anche alle condizioni, se puntare di nuovo su una coppia di lunghi straniera o se preferire invece un esterno e un lungo, vista la condizione e il recupero di Aradori. A prescindere, il mercato straniero, se ci si muove e per tempo, può dare ottime alternative. Più complicato invece il mercato italiani dove giorno dopo giorno i pezzi migliori stanno trovando collocazione altrove, o entrano nel mirino di altre squadre che fanno, di conseguenza, alzare il prezzo dell’ingaggio. Per una Effe che alla sua seconda stagione societaria vuol puntare in alto, diventa imperativo chiudere prima possibile col nuovo tecnico e poi, muoversi di conseguenza sul mercato.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su