Senza fare il nome, durante il conferimento della Turrita d’argento, il presidente della Segafredo Massimo Zanetti svela le tempistiche con cui Sergio Scariolo farà il suo nuovo ingresso nel mondo della Virtus. "Entro la fine della settimana - spiega il socio di riferimento della V nera - ci sarà il comunicato stampa relativo al nuovo allenatore e martedì ci sarà la conferenza stampa della sua presentazione". Il riconoscimento ricevuto a palazzo d’Accursio arriva al termine di una stagione condizionata da tantissimi alti e bassi fino a maggio, poi la squadra si è compattata e nei playoff ha infilato 10 vittorie consecutive. "Il voto alla...

Senza fare il nome, durante il conferimento della Turrita d’argento, il presidente della Segafredo Massimo Zanetti svela le tempistiche con cui Sergio Scariolo farà il suo nuovo ingresso nel mondo della Virtus.

"Entro la fine della settimana - spiega il socio di riferimento della V nera - ci sarà il comunicato stampa relativo al nuovo allenatore e martedì ci sarà la conferenza stampa della sua presentazione".

Il riconoscimento ricevuto a palazzo d’Accursio arriva al termine di una stagione condizionata da tantissimi alti e bassi fino a maggio, poi la squadra si è compattata e nei playoff ha infilato 10 vittorie consecutive.

"Il voto alla nostra stagione è un bel 10 – prosegue Zanetti – e di questo bisogna darne merito al coach. Djordjevic è stato un grandissimo allenatore che ci ha portato a questo risultato e, quindi, dobbiamo solo ringraziarlo per la sua opera e per il lavoro che ha fatto. C’era una scadenza, il nostro progetto va avanti per arrivare ad altre mete, quindi abbiamo cambiato proprio per raggiungere i nostri risultati ".

Come è noto l’obiettivo è la partecipazione all’Eurolega del 202223 passando per la vittoria in EuroCup nella prossima stagione.

"Lo vogliamo a tutti i costi perchè questa città e la Virtus meritano di essere in questa competizione visto che la Virtus è stato uno dei club che l’ha fondata e l’ha vinta due volte".

Per raggiungere questo obbiettivo si punta a confermare il nucleo degli italiani, con il solo capitano Giampaolo Ricci in dubbio, dato che è l’unico in scadenza e al momento non ci sono notizie del suo rinnovo, mentre per quanto riguarda gli stranieri si punta alla conferma di Teodosic e di Kyle Weems. Le ambizioni di Zanetti vanno, però, oltre e arrivano al basket giocato dalle donne. altra punta di diamente della V nera.

"La mia passione per il basket femminile nasce dal fatto che mia madre è una giocatrice di pallacanestro. Spero di fare un altro regalo alla città di Bologna, perché se le ragazze riuscissero a vincere lo scudetto sarebbe il primo titolo italiano donne vinto in questa città e secondo me manca, essendo BasketCity per antomasia"

Il padrone di casa, il sindaco Virginio Merola, suggerisce come questa vittoria si buon auspicio per tutta la città.

"Questo scudetto ci fa onore – a parlare è il primo cittadino di Bologna – ed è un bel segnale di speranza e ripartenza. In questo momomento sto indossando la mascherina dell’Europa e spero che questo sia un bel augurio per il futuro della Virtus. Questa Turrita é il ricoscimento di quello che avete fatto ed è un insegnamento importante per tutti: solo se si è uniti si vince”.

Dopo che l’assessore allo sport Matteo Lepore ha letto le motiviziani di questo riconoscimento e dopo la sua consegna, la squadra prima di lasciare Palazzo d’Accursio, è salita sulla Torre dell’Orologio.

La seconda premiazione è avvenuta in via Aldo Moro, dove ha sede la Regione.

"E’ un momento di grande festa per lo sport di tutta l’Emilia-Romagna – ha spiegato il governatore Stefano Bonaccini – perché riporta finalmente qui il basket dei campioni, che mancava ormai da troppo tempo. Ma è importante anche perché interpreta bene, dopo la lunga pausa dovuta all’emergenza sanitaria, la ripartenza della nostra quotidianità".

Massimo Selleri