Sara’ top partner e sulle divise delle giovanili. La Granarolo ritorna sponsor 26 anni dopo le mucche di Baggio

Granarolo, colosso nazionale del latte, firma un nuovo accordo con il Bologna FC, diventando Top Partner della prima squadra e Main Partner del settore giovanile. Un'iniziativa che sostiene lo sport e la cultura.

La Granarolo ritorna sponsor 26 anni dopo le mucche di Baggio

La Granarolo ritorna sponsor 26 anni dopo le mucche di Baggio

Ventisei anni fa nello spot c’era Roberto Baggio, beato tra le mucche e col 10 sulle spalle, che bevendo un sorso di latte di alta qualità dirigeva un concerto di muggiti nella stalla. Era il 1997-98 e Granarolo per la prima volta convolava a nozze col Bologna, partecipando a quella stagione forse irripetibile in cui il Divin Codino scese sul Dall’Ara a miracol mostrare. Granarolo restò sponsor ufficiale del Bologna di Gazzoni fino al 2001 e successivamente col suo marchio ha affiancato anche il Bologna di Saputo, dal 2016 al 2021.

Poiché non c’è due senza tre il colosso nazionale del latte adesso ha firmato un nuovo accordo col Bfc, nella doppia veste di di Top Partner della prima squadra e di Main Partner del settore giovanile, prestando il proprio marchio alle divise di tutte le squadre del vivaio rossoblù e della scuola calcio. Granarolo sarà presente anche allo stadio, sia sui ‘led’ a bordocampo che sul maxischermo, oltre a diventare partner del Kids Club, con i suoi prodotti che potranno essere gustati dai giovani tifosi. "Da sempre siamo convinti che per nutrire il corpo non basti il cibo ma occorrano anche lo sport e la cultura", spiega Gianpiero Calzolari, presidente del Gruppo Granarolo. "Il settore giovanile è un pilastro fondamentale del club – osserva invece l’ad rossoblù Fenucci – e ci gratifica vedere Granarolo sostenere questa iniziativa".