FILIPPO MAZZONI
Sport

Serie A2: il presidente Tedeschi e Basciano studiano una via d’uscita che possa mettere tutti d’accordo. Aquila, il dopo Caja in sette giorni

La Fortitudo Bologna sta affrontando una fase cruciale, con il presidente e il gm che valutano il futuro dell'allenatore Attilio Caja. La società si prepara a definire le direttive per la prossima stagione di serie A2, considerando anche il mercato dei giocatori e una possibile ridistribuzione delle quote societarie. La promozione di alcune squadre ha delineato il lotto delle avversarie per la prossima stagione.

Aquila, il dopo Caja in sette giorni

Aquila, il dopo Caja in sette giorni

Sono giorni fondamentali in casa Fortitudo. Il presidente Stefano Tedeschi e il gm Nicolò Basciano stanno facendo il punto sulla scottante questione dell’allenatore. Il rapporto tra Fortitudo e coach Attilio Caja è si ormai guastato, nonostante sul tavolo ci sia un contratto di un anno ancora in essere che lega le due parti.

A sciogliere il nodo, non facile da dipanare, ci stanno provando proprio Tedeschi e Basciano per poi volgere il proprio sguardo al mercato giocatori.

La questione allenatore è prioritaria per stabilire le direttive in vista della stagione e muoversi di conseguenza. Nell’arco di una settimana-dieci giorni in casa Fortitudo si spera di dipanare la matassa anche perché c’è da iniziare a stringere accordi seguendo le indicazioni del nuovo tecnico.

Ovvio che in casa Fortitudo ci si sta già muovendo per scegliere il nuovo coach, con Basciano che sottotraccia è alla ricerca dell’allenatore giusto che possa prendere il posto di Caja. Dalla scelta poi partirà il mercato dei giocatori, per fare il quale la società è pronta ad aumentare il budget. Sul fronte societario, dopo l’incontro di lunedì che ha confermato grande coesione di intenti, gli 8 soci si riuniranno di nuovo, nel giro delle prossime 2 settimane per una ridistribuzione interna delle quote societarie.

E’ una Fortitudo che guarda già al futuro quella che a pochi giorni dalla fine del campionato ha immediatamente ripreso a progettare la prossima stagione di serie A2, con le sfide di mercoledì sera che hanno dato gli ultimi verdetti. Con la promozione in A di Trieste e le promozioni dalla B di Libertas Livorno e di Avellino si è andato completandosi il lotto delle contendenti della prossima serie A2, che cambia formula, prima promossa e poi playoff e playin con un girone unico a 20 squadre.

Ecco il lotto delle avversarie: Pesaro, Brindisi, Cantù, Rieti, Torino, Urania Milano, Cremona, Vigevano, Orzinuovi, Forlì, Udine, Verona, Piacenza, Rimini, Cento, Cividale, Nardò, Avellino e Libertas Livorno.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su