Dipenderà dalla rifinitura di stamattina la formazione del Cesena che stasera alle 21 affronterà il Pontedera all’Orogel Stadium Manuzzi. Si, perché qualche bianconero accusa acciacchi più o meno rilevanti e William Viali avrà un quadro della situazione solo oggi. Molti giocatori sono tornati da Pesaro abbastanza stanchi, hanno avuto solo due giorni per recuperare. Ciofi lamenta un dolore a un calcagno e l’allarme suona forte non solo per la caratura del ragazzo, tra i più efficaci in una...

Dipenderà dalla rifinitura di stamattina la formazione del Cesena che stasera alle 21 affronterà il Pontedera all’Orogel Stadium Manuzzi. Si, perché qualche bianconero accusa acciacchi più o meno rilevanti e William Viali avrà un quadro della situazione solo oggi. Molti giocatori sono tornati da Pesaro abbastanza stanchi, hanno avuto solo due giorni per recuperare. Ciofi lamenta un dolore a un calcagno e l’allarme suona forte non solo per la caratura del ragazzo, tra i più efficaci in una delle difese meno battute del campionato. Ma anche perché è un difensore under, categoria già falcidiata. Quindi c’è apprensione per lui e anche per altri che potrebbero dare forfait per una formazione che si preannuncia abbastanza diversa da quella che ha giocato sabato in terra marchigiana. La trasferta ha lasciato un briciolo di amaro in bocca e Viali (foto) ci torna dopo quanto detto subito dopo il match. "Siamo mancati nella mezz’ora del secondo tempo. Dopo quattro vittorie esterne il pari di Pesaro è positivo, ho qualcosa da ridire su come è arrivato e lo posso fare perché la situazione è positiva. Non lo farei se fossimo in un periodo burrascoso, il nostro stato attuale mi permette di approfondire per continuare nel nostro percorso di crescita. Dopo il pari con l’Imolese mi ritenni soddisfatto, giunse in maniera diversa. Stavolta è mancata la determinazione per spaccare la partita".

E’ evidente che, a prescindere dall’episodio, il pari sta nel gozzo al tecnico. Voleva continuare a vincere in trasferta, in maniera sporca, ma vincere. Stasera col Pontedera ci saranno ancora difficoltà sopra la media. "Cercherà di fare punti, applica il 3-5-2, ha continuità e molte individualità di rilievo. Fa bene in casa e meno in trasferta, subisce qualche gol di troppo. Dovremo giocare come nel primo tempo di Pesaro, con pazienza, partendo con l’approccio giusto. E’ un match delicato, due sole giornate di riposo sono davvero poche". Difficile capire che formazione scenderà in campo, a prescindere dalle condizioni di Ciofi che probabilmente, proprio per la sua importanza negli equilibri fra giovani e vecchi, sarà tenuto a riposo (sinora ha sempre giocato). Ma qualche altra novità ci sarà pure altrove, probabilmente anche in attacco dove sembra suonata l’ora di Tonin (under) da subito, magari al posto di Caturano. Dando poi al bomber la possibilità di affiancare Bortolussi nella ripresa. Il Manuzzi non sarà lo stesso del passato, costituirà ’l’uomo in più’ per la squadra.