Bologna, 26 novembre 2020 – Il 'Cinno', così veniva chiamato quando debuttò in serie A, a 16 anni, torna a casa. Marco Belinelli, 34 anni, rompe gli indugi, lascia la Nba dove giocava dal 2007 e torna in Italia, a Bologna, per indossare la maglia bianconera.

Accordo fino al termine di questa stagione, più altri due anni: è chiaro che il giocatore, che si è sposato con la sua Martina a settembre, ha deciso di chiudere la carriera a casa sua, a pochi chilometri dalla natìa San Giovanni in Persiceto.

false

Cresciuto nella Virtus con Max Milli e Marco Sanguettoli (tuttora il suo allenatore di riferimento) Belinelli lasciò la Virtus per la Fortitudo, nel 2003, dopo che il club bianconero era stato radiato.

In Fortitudo uno scudetto, una Supercoppa e una finale di Eurolega. La crescita fino alla Nba dove è stato prima scelta nel 2007. Nel 2014 il titolo nella  gara del tiro da tre punti e il titolo Nba con San Antonio. Nessun italiano come lui.

Stava aspettando un contratto, alla fine ha scelto la Virtus dove, con gli assist di Milos Teodosic, potrebbe dar vita a una coppia esplosiva. Marco ha 34 anni, ma si è sempre allenato nel migliore dei modi. E adesso la decisione del ritorno nella sua Bologna, per indossare di nuovo la canotta bianconera. Una scelta rivoluzionaria – molti pensavano che avrebbe potuto raggiungere Messina a Milano – e che pone la Virtus ancora di più come anti-Olimpia. Una lotta senza esclusione di colpi. In epoca Covid e di porte chiuse, una decisione davvero rivoluzionaria.

L'annuncio della Virtus 

"Bentornato Marco". Così la Virtus Bologna ha annunciato sui propri canali social la firma di Marco Belinelli che, dopo 13 anni, lascia la Nba per tornare in Italia. La presentazione alla stampa è fissata per sabato 28 novembre.

Le parole di Belinelli

"Il progetto della Virtus Segafredo mi ha interessato da subito. Un progetto stimolante, nel quale sono certo potro'
contribuire in maniera importante", ha detto Belinelli.