La Virtus ha già debuttato al PalaFiera (Ciamillo)
La Virtus ha già debuttato al PalaFiera (Ciamillo)

Bologna, 4 dicembre 2019 - PalaFiera tutto esaurito per il derby che si disputerà nel giorno di Natale. Per la verità c’è ancora qualche biglietto disponibile che consente di sedere in parterre, ma si tratta di coriandoli in mezzo ad una massa di spettatori che godrà il ritorno della sfida tra Virtus e Fortitudo in serie A dopo ben dieci anni di assenza e dopo la piccola parentesi nella categoria cadetta. Si tratta di un vero successo per la V nera che su questo progetto ha investito tanto per potere fornire a Basketcity un contenitore con una capienza di circa ottomila spettatori per dimostrare quale siano le reali potenzialità della pallacanestro al di fuori delle mura bolognesi.

false

Ufficialmente sono solo 200 i tifosi della Fortitudo presenti, ufficiosamente saranno di più grazie a Vivaticket che consente l’acquisto online dei tagliandi. Adesso il club ha circa venti giorni di tempo per risolvere tutti quei nodi che rischiano di trasformarsi in disagi, dai parcheggi alla visibilità passando attraverso una serie di questioni secondarie come l’accesso ai servizi. Il dato interessante è che nonostante sui social le voci di disagio si siano moltiplicate, i biglietti nel giro di due giorni si sono polverizzati.

Nel frattempo la squadra sta preparando la gara di domenica con i bianconeri che saranno impegnati a Cremona. I lombardi sono l’unica formazione che è riuscita a vincere in trasferta nel calendario della undicesima giornata. E’ vero che la squadra allenata da Meo Sacchetti giocava a Pesaro, unica squadra della serie A a non avere ancora assaporato il gusto della vittoria, ma questo non toglie valore a quello che hanno prodotto sul campo

I virtussini stanno lavorando al gran completo, a caccia della undicesima vittoria consecutiva per consolidare un primato che non varrà nulla, ma che costringe le dirette inseguitrici a non sbagliare nulla per non perdere ulteriore terreno dato che sono sei i punti di differenza tra il primo posto occupato dalla V nera e il terzetto, composto da Sassari, Milano e Brindisi, che occupa la seconda piazza a quota quattordici punti.