Milos Teodosic a canestro, Virtus Segafredo - Unics Kazan
Milos Teodosic a canestro, Virtus Segafredo - Unics Kazan

Bologna, 6 aprile 2021 – La Virtus batte 80-76 l’Unics Kazan e fa sua gara-1 della semifinale di EuroCup.
Con uno strepitoso Milos Teodosic a guidarla, la formazione di Aleksandar Djordjevic, fatica, ma supera la coriacea formazione russa e fa in primo fondamentale passo verso la finalissima.

Venerdì in gara-2 a Kazan il primo dei due matchpoint a disposizione.
E’ proprio Teodosic a decidere il confronto per i 27 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, 10 falli subiti e per la leadership nei momenti decisivi del confronto.
Djordjevic recupera Markovic e in avvio si affida a Pajola, Teodosic, Weems, Ricci e Gamble. La sfida è subito intensa e bellissima. E’ il mago Teodosic, stuzzicato dal trattamento speciale dalla difesa russa, ad accendere il confronto. Sotto 2-4, con un parziale di 11-0 la Virtus si porta avanti 13-4.
Esce ben presto Pajola complice 2 falli, si vede Markovic e poi Adams che si alternando in regia.
Dall’altra parte la fisicità di Kazan mette in difficoltà la difesa Virtus e gli 11 punti di Smith segnati in un baleno, tra cui 3 su 4 da 3, tengono l’Unics in scia.
Nel secondo quarto si alza l’intensità difensiva sui due lati del campo. Pajola, Belinelli e ancora Teodosic e Tessitori lanciano i bianconeri avanti 44-36 all’intervallo.
Tessitori – Ricci e la Virtus vola a +12 sul 50-38 al 22’. La forbice del distacco continua a fare l’elastico dilatandosi e stringendosi a seconda dei possessi.





Al 30’ la sfida è in perfetta parità sul 56-56 con la difesa press di Kazan che mette in difficoltà la Virtus.
Si decide tutto negli ultimi 10’ di gioco. L’Unics rimette la testa avanti ad inizio ultima frazione, la Virtus risponde con Teodosic che segna e fa segnare e Hunter che fa legna e canestri. Nei momenti decisivi è proprio il mago a guidare i bianconeri alla vittoria, prendendo in mano la squadra e decidendo con i suoi canestri nel concitato finale.


“E’ la partita che ci aspettavamo – conferma Teodosic – l’Unics ha confermato di avere grande carattere. Adesso siamo avanti 1-0, abbiamo 3 giorni per ricaricare energie, preparare gara-2, concentrarsi e andare a Kazan”.
Venerdì a Kazan alle 18 è in programma gara-2. Intanto in gara-1 dell’altra semifinale Monaco ha battuto Gran Canaria 82-77.

BERTOMEU Ceo Eurolega - Presente a bordo campo, a fianco del patron Massimo Zanetti, anche il Ceo di Euroleague Jordi Bertomeu che ha parlato in una conferenza stampa nel prepartita, confermando la vicinanza e l’interesse per quello che sta facendo la Virtus negli ultimi anni, ma anche di come non sia prevista una Wild Card per una squadra italiana per la prossima stagione, e che quindi la Vu Nere l’accesso alla prossime Eurolega devono conquistarselo in campo.


“La Virtus per noi è cuore pulsante, ricordi di tanti momenti felici e belle esperienze, adesso sta rientrando, anzi è già rientrata nell’Elite del basket continentale – conferma Bertomeu - Noi portiamo rispetto per il passato ma guardiamo prima di tutto al futuro. Sono convinto che l’Eurocup di oggi sarà l’Eurolega del futuro, lavorando nella giusta direzione con i club. C’è bisogno di creare una struttura, che sia una garanzia sul futuro come la Virtus sta facendo con Bologna Fiere. Nel giro di 2-3 anni vogliamo che l’Eurolega abbia 16-18 club con licenza pluriennale. L’anno prossimo ci saranno 2 wild card ma non è prevista che 1 sia per l’Italia che resta comunque un punto di riferimento per l’Eurolega. La Virtus ha lavorato bene in questi anni, nei prossimi 3 anni lavoreremo ancora insieme e spero che continui nel progetto del palazzo nuovo. Un’area moderna da 12-18mila posti è l’elemento fondamentale per garantire la sostenibilità economica di un club”.

Il tabellino

VIRTUS BOLOGNA 80
UNICS KAZAN 76
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Pajola 9, Teodosic 27, Weems 2, Ricci 9, Gamble 4; Markovic 2, Belinelli 12, Alibegovic, Adams, Abass, Hunter 8, Tessitori 7. All. Djordjevic.
UNICS KAZAN: Theodore 2, Canaan 9, Zhbanov, White 6, Morgan 11; Brown 13, Uzinskii, Smith 22, Holland 13, Klimenko, Antipov ne, Sergeev ne. All. Priftis.
Arbitri: Latisevs, Nedovic, Kardum.
Note: parziali 23-19, 44-36, 56-56
Tiri da due: Virtus 24/36; Kazan 16/28. Tiri da tre: 5/16; 9/33. Tiri liberi: 17/26; 17/19. Rimbalzi: 29; 27.